Il Resto del Carlino - Palacio e Danilo, la fine di un ciclo Bologna FC

Il Resto del Carlino - Palacio e Danilo, la fine di un ciclo

Scritto da  Mag 21, 2021

Siamo arrivati alla conclusione, l’ultima pagina di un’avventura in rossoblù da parte di due pilastri dello spogliatoio come Danilo e Palacio, perchè quello che traspira da Casteldebole è che i due veterani, finito il campionato, non saranno rinnovati.

Sono due belle storie, due finali di carriera importanti, quelle che contraddistinguono Palacio e Danilo. Il primo, argentino, che ha compiuto 39 anni a febbraio, veste la maglia del Bologna dalla stagione 2017/18; è stato voluto fortemente da Donadoni e in città ha giocato come avesse avuto una seconda gioventù. Il suo score parla chiaro: 20 goal e 16 assist in 131 presenze, aspettando domenica sera, dove l'auspicio sia quello di lasciare il segno anche contro la Juventus. Se il Trenza nel corso delle stagioni ha perso lustro sotto porta, è rimasto comunque centrale nell’undici titolare rossoblù, perchè “con Rodrigo si gioca bene al calcio”. Poco diverso è il discorso riguardante il secondo, fresco trentasettenne proveniente dal brasile, che ha raggiunto le due torri solo un anno più tardi; è stato chiamato a dirigere la difesa a tre di Inzaghi e poi rimasto un punto fermo anche in quella a uomo di Mihajlovic.

Sembra giunto il momento di separarsi, quello che ogni anno viene sempre rimandato di un altro, ma questa volta davvero, il Bologna non rinnoverà nessuno dei due. Purtroppo il dispiacere più forte è di non poterli nemmeno salutare, nell’anno più sfortunato, dove la possibilità di andare allo stadio resta ancora solamente un ricordo, ma omaggiarli sarebbe stato giusto, per due che la maglia a strisce rossoblù l’hanno sempre rispettata.

Già da lunedì, però, bisogna voltare pagina perchè i giocatori vanno e vengono, ma il Bologna resta.

Fonte: il Resto del Carlino, articolo di Marcello Giordano

Ultima modifica il Venerdì, 21 Maggio 2021 08:09
Marco Ugolini

Studente di Scienze della Comunicazione presso l'Università di Bologna. Appassionato soprattutto di calcio ma anche di tutti gli altri sport di squadra. Da sempre grande tifoso Rossoblu.