Corriere di Bologna – Bologna: Esuberi per 7 milioni di euro Tuttosport

Corriere di Bologna – Bologna: Esuberi per 7 milioni di euro

Scritto da  Ago 11, 2021

 

 

Anche quest’anno il futuro del Bologna nella sessione di mercato dipenderà dalla possibilità di fare i conti con il passato. Per operare in entrata bisogna cedere visto che attualmente sono sotto contratto almeno otto giocatori la valigia pronta, ma nella maggior parte dei casi senza una vera e propria destinazione.

I CASI MENO SPINOSI. Per rientrare nelle spese sbagliate effettuate dal 2015 ad oggi bisogna colpire i tasselli giusti. Certi giocatori, pur essendo costati poco, come il giovane Gabriele Corbo e Michael Kingsley potrebbero avere più riuscita in casi di prestiti o cessioni. La serie B è un campo in esplorazione e spesso giovani delle squadre di Serie cedono a titolo definitivo e non, giocatori che devono farsi le ossa.

SENATORI E PANCHINARI IN PENSIONE. Discorso ben diverso per Gary Medel, diventato in queste ore uno snodo decisivo per il mercato del Bologna. Il cileno, sotto contratto per un altro anno a 1,5 milioni, è stato dichiarato fuori dal progetto tecnico e il club emiliano lo ha messo sul mercato per un indennizzo di circa 700 mila euro. Il Boca Juniors su tutti si è interessato al “pitbull”, tanto che il vicepresidente Juan Roman Riquelme si è attivato personalmente per convincere l’amico Medel. Ma non c’è solo Medel nella lista cessioni. In tal senso hanno la valigia pronta Nehuen Paz e Stefano Denswil (1,25 milioni di ingaggio totali) ma per poter pensare a loro bisogna vendere gli esuberi più costosi: Diego Falcinelli e Federico Santander, con ingaggi che arrivano per il primo a 900 mila euro netti, mentre per il secondo sono di 1 milione l'anno.

Insomma, una situazione non facile, che però potrebbe alleggerire le casse societarie di ben 7 milioni nella spesa salariale, che nel calcio di oggi valgono quasi più di prima. Il compito dei dirigenti rossoblù non è facile, bisogna essere franchi. Aspettare squadre disposte a comprare questi giocatori diventa inverosimile, ma Bigon e Sabatini possono sorprendere tutti gli addetti ai lavori e solo cosi, forse, il Bologna potrà piano piano tornare alle glorie del passato.

fonte: Marco Vigarani

Ultima modifica il Mercoledì, 11 Agosto 2021 10:43