Primavera - Raimondo non basta, Lecce-Bologna finisce 1-1 crediti immagine: bolognafc.it

Primavera - Raimondo non basta, Lecce-Bologna finisce 1-1

Scritto da  Set 12, 2021

Seconda giornata di campionato Primavera 1. Allo Stadio Via del Mare di Lecce si affrontano Lecce e Bologna. Rossoblù reduci dal ko interno contro il Napoli, salentini neopromossi a caccia dei tre punti dopo il pareggio con il Cagliari. 

4-3-3 per i padroni di casa, con Borbei tra i pali, difesa a 4 con Lemmens e Nizet sugli esterni, Hasic e Ciucci al centro. Cerniera di centrocampo formata da Macrì, Vulturar e Gonzalez, in attacco Salomaa e Mommo a supporto di Burnete. Speculare il Bologna: Bagnolini in porta, Cavina, Motolese, Stivanello e Corazza in difesa, a centrocampo Wieser mediano basso, Pietrelli e Casadei ai suoi fianchi, Pagliuca, Onesti (Rocchi ha riportato la frattura del gomito e starà fuori alcune settimane) e Raimondo in attacco. 

La prima occasione è del Bologna al 3’: Raimondo pressa alto Borbei, l’estremo difensore svirgola il pallone che finisce tra i piedi di Wieser che a porta vuota calcia male il pallone che si perde sul fondo. Occasione anche per il Lecce con Salomaa che dopo un bello scambio al limite dell’area del Bologna calcia a giro di sinistro, tutto fermo però, fuorigioco. Pochi secondi dopo altra grandissima occasione per il Lecce, Bagnolini devia in calcio d’angolo. Risponde subito il Bologna, Raimondo si invola verso la porta, supera l’estremo difensore salentino ma Vulturar salva tutto sulla linea. Bella partita, giocata a viso aperto e con tante occasioni in questi primi minuti. Al 27’ un’altra occasione per il Lecce: su calcio d’angolo dei giallorossi Gonzalez spizza il pallone in area e per poco non sorprende Bagnolini sul palo più lontano. Occasione anche per il Bologna, di nuovo con Raimondo che da posizione defilata all’interno dell’area di rigore non riesce di mancino ad impensierire Borbei. Seconda fase di primo tempo che vede il Lecce decisamente più padrone del gioco, il Bologna tenta di far male in ripartenza, soprattutto con Raimondo. A testimonianza delle difficoltà del Bologna, il palo colpito dal Lecce al 43’ con Gonzalez che di sinistro da lontanissimo centra il montante a Bagnolini battuto. Gol sfiorato gol subito: dopo un’azione interminabile del Bologna, sono proprio i rossoblù a portarsi in vantaggio con Raimondo che su torre di Pietrelli riesce ad insaccare il pallone di testa propiziando il vantaggio del Bologna pochi secondi prima della fine del primo tempo. 

Appena un minuto dopo l’inizio del secondo tempo ed ecco che il Lecce agguanta il pareggio con Burnete che dopo l’errore sottoporta di Salomaa deposita in rete senza troppi patemi con un tiro preciso all'altezza del dischetto del rigore. Troppo ferma la difesa del Bologna che si lascia sorprendere troppo facilmente dalla discesa di Mommo sulla fascia sinistra. Al 55' clamorosa occasione del Bologna in contropiede con Pagliuca che a tu per tu con Borbei, dopo il servizio di Raimondo, spedisce il pallone a lato sciupando il pallone del possibile 2-1. Gara molto spezzettata in questa fase, tanti falli e molta imprecisione per entrambe le squadre. Al 70’ l’episodio che può cambiare le carte del match: espulso Nizet per un intervento in ritardo su Pietrelli, secondo giallo per il terzino leccese e giallorossi in dieci. Espulso anche l’allenatore dei padroni di casa, Vito Grieco, per proteste. Il Bologna prova a spingere, ma la difesa del Lecce regge bene l’urto e senza troppi patemi porta a casa un punto prezioso. Primo punto anche per il Bologna che ha comunque qualcosa da rimproverarsi viste le diverse occasioni sprecate e il vantaggio di un uomo.

Prossimo appuntamento del Bologna domenica 19 settembre in casa contro l'Inter.

Gianluca Gennai

Studente di Giurisprudenza all’università di Bologna, appassionato del Bologna sin dalla più tenera età. Tifo ergo scrivo.