Il film della partita: Empoli-Bologna in 5 momenti

Scritto da  Set 26, 2021

Pesante sconfitta per il Bologna che non riesce a sfatare il tabù del Castellani e perde per 4-2 contro l’Empoli. Non una buona prestazione degli uomini di Mihajlovic, oggi in tribuna per via dell’espulsione rimediata nel finale di gara contro il Genoa, che non sono riusciti a reagire dopo essere andati per due volte in svantaggio nel primo tempo e sono sembrati confusi e affannati nel secondo quando sotto di due reti bisognava tentare la rimonta. Ecco, dunque, Empoli-Bologna in 5 momenti.  

  1. Avvio Shock (1° minuto): Come contro l’Inter l’inizio di partita dei rossoblu è disastroso: pronti via e l’Empoli passa subito in vantaggio dopo che un cross dalla destra di Henderson viene deviato in rete da un goffo intervento di Bonifazi che beffa Skorupski. Non un buon inizio di stagione per il centrale proveniente dalla Spal, che sembrava in ripresa soprattutto dopo le partite con Atalanta e Verona, ma che ora, come tutta la retroguardia rossoblu, rivede i fantasmi del precampionato quando le lacune difensive del Bologna preoccupavano non poco mister Mihajlovic. Con la partita di oggi sono 12 le reti subite dai rossoblu nelle ultime 3 gare, urge correre ai ripari. 
  2. Finalmente Barrow (11° minuto): Un altro giocatore protagonista di un avvio di campionato certamente non esaltante è Musa Barrow: complice anche il lungo stop dovuto al covid, che ha costretto il gambiano a saltare quasi tutta la preparazione estiva, l’attaccante non è riuscito ad incidere come nelle passate stagioni. Oggi però è arrivato il primo goal stagionale, e che goal: su calcio d’angolo battuto corto da Skov Olsen la palla arriva al limite dell’area di rigore dell’Empoli, dove Barrow scarica un siluro che passa in mezzo alle maglie bianche e azzurre in area e trafigge un pietrificato Vicario. Al di là del risultato finale, si spera che questa rete possa dare nuova linfa alla stagione di Barrow, che in questo momento serve come il pane ad un Bologna offensivamente forse un po’ troppo Arnautovic dipendente. 
  3. L’unica (quasi) certezza (77° minuto): Quasi perché, per quanto non si possa giudicare una prestazione da un calcio di rigore, l’errore dagli 11 metri di Arnautovic rappresenta la sliding door del match, con il Bologna che se fosse passato in vantaggio avrebbe giocato tutt’altra partita. Ma la prestazione dell’austriaco è il solito mix di quantità e qualità, a cui va aggiunta la rete del momentaneo 3-2 che ha riaperto la partita. Per Arnautovic sono già 3 goal in 6 partite, un ottimo bottino in questo inizio di campionato da montagne russe per il Bologna. 
  4. Maledetti legni (79° minuto): La prestazione dei rossoblu è stata tutt’altro che buona, ma a ciò si è aggiunta anche una buona dose di sfortuna. Oltre al rigore di Arnautovic nel primo tempo che si stampa sul palo, infatti, il Bologna colpisce altri 3 legni: 2 traverse clamorose su un bolide di Barrow e la conseguente respinta di Arnautovic al minuto 62, e un’altra traversa al minuto 79, sempre con Arnautovic che raccoglie una respinta corta della difesa dell’Empoli e da dentro l’area tira una sassata che scheggia la parte alta della traversa, negandogli la gioia della doppietta per il possibile 3-3.
  5. Il colpo del KO (90° minuto): Dopo la rete del 3-2 il Bologna prende un po’ di coraggio e prova a recuperare la partita: al minuto 90 però l’Empoli gestisce molto bene una ripartenza e, con la difesa del Bologna che riesce a riposizionarsi, inizia a girare palla intorno all’area rossoblu. Il pallone arriva a Stulac che appoggia per l’accorrente Samuele Ricci: il centrocampista della Nazionale Under 21 scarica una rasoiata a fil di palo dalla lunga distanza su cui Skorupski non può nulla. Inutili i 5 minuti di recupero che seguono: il Bologna è in ginocchio e l’Empoli conquista i primi 3 punti sul proprio campo in questa stagione. 
Ultima modifica il Domenica, 26 Settembre 2021 19:34