Alla scoperta della Conference League: i diavoletti del Lincoln Red Imps FC

Scritto da  Set 30, 2021

Inauguriamo questa nuova rubrica dedicata alle squadre più particolari e curiose della UEFA Conference League, la nuova competizione UEFA che ha esordito in questa stagione, con la prima, e finora unica, squadra di Gibilterra a prendere parte alla fase a gironi di una competizione europea: il Lincoln Red Imps FC

In un piccolo pezzo di terra affacciato sul Mediterraneo ma appartenente al Regno Unito, al centro di lunghi contenziosi storici fra inglesi e spagnoli, nasce nel 1976 il Lincoln FC, fondato da Charles Polson e Charles Head, quest’ultimo anche primo allenatore della squadra. A dirla tutta, il Lincoln FC (che manterrà questo nome fino al 2000, quando vari cambiamenti porteranno nel 2014 alla denominazione definitiva di Lincoln Red Imps FC) nasce da una squadra dilettantistica appartenente al corpo di polizia locale, i Blu Batons (“I manganelli blu”), a cui si sono aggiunti diversi giocatori svincolati dal Glacis United e dal St. Jago, squadre che già giocavano nella massima serie di Gibilterra (in particolare il Glacis aveva dominato il campionato fra gli anni ’60 e ’70). Partiti dalla quarta divisione, il Lincoln scalò velocemente le gerarchie del calcio gibilterrino: nella stagione 1984/85, dopo solo 8 anni dalla sua fondazione, il Lincoln raggiunse già la GFA Premier League, il massimo campionato di Gibilterra, ottenendo clamorosamente il primo posto a pari merito con il Glacis United, in quello che è un vero è proprio passaggio di consegne. Già, perché dopo due campionati vinti dal St. Theresas e un altro dal Glacis United, arrivano 5 vittorie consecutive per i diavoletti, che si impongono come il volto del calcio gibilterrino nella prima metà degli anni ’90. Poi, dopo qualche anno di ricostruzione della squadra, inizia il dominio totale: dalla stagione 2000/01, anno del settimo titolo per il Lincoln, arrivano infatti 17 titoli nazionali vinti, l’ultimo proprio nella passata stagione, che fanno del Lincoln la squadra più titolata in Gibilterra. 

Dopo aver dominato in patria, dalla stagione 2014/15 il Lincoln sbarca anche in Europa, diventando la prima squadra di Gibilterra a partecipare alla fase preliminare della Champions League: esce subito alla prima occasione, sconfitto nel doppio confronto contro il HB Torshavn, squadra delle Isole Far Oer, mentre riesce a raggiungere il secondo turno negli anni successivi. Quest’anno, grazie alla vittoria per 3-1 contro i lettoni del Riga, il Lincoln ha scritto nuovamente la storia del calcio in Gibilterra diventando la prima squadra del paese a partecipare alla fase a gironi di una competizione europea, girone in cui dovranno vedersela con Copenaghen, PAOK e Slovan Bratislava. Proprio gli slovacchi saranno i primi a far visita al Victoria Stadium, impianto unico nel suo genere per utilizzo e panorama: con i suoi 5000 posti, che saranno presto aumentati a 8000, il Victoria Stadium è infatti lo stadio di tutte le squadre del campionato di Gibilterra, nonché della nazionale di calcio, di rugby e di cricket. Molto suggestiva poi la sua posizione: a due passi dal confine con la Spagna, lo stadio si trova incastrato fra l’aeroporto, con la pista di atterraggio ben visibile dagli spalti dello stadio, e l’imponente rocca di Gibilterra, che domina sul piccolo paese mediterraneo. 

Nei suoi 45 anni di storia il Lincoln si è imposto dunque come la realtà più dominante e interessante del calcio di Gibilterra, con un totale di 25 campionati vinti, 18 Rock Cup (la Coppa Nazionale) e 10 Pepe Reyes Cup (la Coppa di Lega); oltre ai risultati in patria, però, quella del 13 luglio 2016 è una data che rimarrà a lungo nella memoria dei tifosi del Lincoln: al Victoria Stadium arriva infatti il Celtic Glasgow Campione di Scozia per la partita di andata del secondo turno preliminare di Champions League. Un avversario proibitivo per una piccola realtà come il Lincoln, che però fa la sua sporca figura chiudendo la prima frazione di gioco sullo 0-0. All’inizio del secondo tempo, però, succede quello che nessun tifoso si sarebbe aspettato neanche nelle sue più rosee aspettative: al 46° un lancio dal centrocampo viene controllato perfettamente da Lee Casciaro, poliziotto della Royal Gibraltar Police ma anche centravanti del Lincoln Red Imps FC, che riesce a superare i due difensori scozzesi e, in qualche modo, a battere il portiere avversario: il Lincoln è in vantaggio e tutto il Victoria Stadium impazzisce di gioia. Sarà un secondo tempo di grande sofferenza per i padroni di casa, che con grande sacrificio riescono a vincere la partita per la gioia dei loro increduli tifosi. Al ritorno il Lincoln non riuscirà in una nuova impresa ed escirà sconfitto per 3-0 dal Celtic Park, ma quella dell’andata rimane una partita storica, considerata da molti tifosi la più grande vittoria nella storia del Lincoln FC. 

Oggi, però, potrebbe essere un’altra grande notte per i tifosi del Lincoln, a caccia dei primi storici punti in una competizione europea sul campo del Copenhagen: lo farà affidandosi al bomber della passata stagione, Kike Gomez, autore di 24 reti nello scorso campionato, e al suo capitano, nonché bandiera del club, Joseph Chipolina, uomo della storia con il goal e l’assist realizzati nei tempi supplementari contro il Riga che hanno regalato al Lincoln un posto in Conference League. 

Ultima modifica il Giovedì, 30 Settembre 2021 19:43