Massimo Mutarelli Massimo Mutarelli tuttojuve.com

Verso Bologna-Lazio - Massimo Mutarelli: "Serve una reazione. L'addio di Sabatini? Inaspettato"

Scritto da  Ott 02, 2021


Dopo le peripezie societarie per il Bologna è tempo di tornare in campo: i rossoblù affronteranno la Lazio di Sarri, reduce dall'ottima vittoria del derby. Abbiamo parlato della gara di domani con Massimo Mutarelli, doppio ex di turno.

Che gara si aspetta domani?

"Le due squadre giocheranno a viso aperto, è quello che fanno sempre. La Lazio viene da risultati positivi ed è in fiducia dopo il derby, il Bologna sarà arrabbiato dopo il ritiro dettato dalla società. I tifosi rossoblù si aspettano una prestazione convincente".

Un giudizio sulla situazione societaria?

"Vedo una società solida, Saputo sta facendo passi in avanti, anche nel settore giovanile. E' ovvio che tutto deve essere supportato dai risultati in campo".

Si aspettava l'addio di Sabatini?

"E' stato inaspettato per me. Lo conosco da quando l'ho avuto alla Lazio: lui non prende mai scelte avventate, se ha deciso così vuol dire che ci ha ragionato molto. Probabilmente voleva mandare un messaggio forte alla società, avrà avuto i suoi buoni motivi. Non è uno che lascia così, senza un motivo valido".

Cosa si aspetta dai rossoblù nelle prossime gare?

"Il Bologna deve mettere in campo tutta la voglia che ha, deve essere più aggressiva: nelle ultime gare non ha giocato bene ma ha la tecnica per fare meglio. Bisognerà limitare anche gli errori individuali, altrimenti i gol continueranno ad arrivare. Serve la prestazione".

La vittoria nel derby quanto vale per la Lazio?

"Sarri può lottare per le prime posizioni, non so se per la Champions o per l'Europa League ma la squadra c'è e segue l'allenatore. Con il tempo i calciatori assimileranno sempre meglio i concetti del mister".

Mihajlovic rischia?

"Quando non ci sono i risultati un allenatore rischia sempre, credo però che la squadra sia con il mister. Se il Bologna dovesse continuare così, Mihajlovic sarà ancora in discussione, ma non credo che la gara di domani sia decisiva per il futuro del serbo".

 

Federico Calabrese

Classe 2000, studia presso l'Università di Bologna. Prima di entrare in 1000cuorirossoblu ha scritto per Numero-Diez, Mondoprimavera e Jzsportnews. In passato ha lavorato anche con Gazzamercato e Vocegiallorossa. Ha partecipato al Workshop di Giornalismo Sportivo, che ha visto come docenti Xavier Jacobelli e Alessandro Iori. Appassionato di calcio in tutte le sue sfumature, cerca di raccontare il lato romantico dello sport.