Lorenzo De Silvestri contro la Salernitana Lorenzo De Silvestri contro la Salernitana fonte immagine: Damiano Fiorentini / 1000cuorirossoblu.it

Il Resto del Carlino - Bologna, calci piazzati e gioco aereo: ecco le tue armi segrete

Scritto da  Ott 13, 2021

È un Bologna da assalto aereo quello visto in questa prima parte di stagione. La squadra di Sinisa Mihajlovic si è riscoperta ottima realizzatrice di azioni da calcio piazzato sui palloni alti. Un dato che è confermato anche dalla provenienza delle rete che, per più della metà sono marchiate dai difensori rossoblù.

RIPARTIZIONE - Finora il Bologna è andato in gol 12 volte durante questo primo scorcio di campionato. Di queste 12 occasioni, 6 sono firmate dalla difesa, 5 dall’attacco è soltanto una dal centrocampo. Nella retroguardia sono tre i giocatori che hanno timbrato il cartellino: Hickey, De Silvestri e Theate sono infatti tutti a quota due reti. A centrocampo, l’unica rete è quella di Svanberg, che ha deciso il monday night contro l’Hellas Verona. Infine, tra gli attaccanti sono tre le reti di Marko Arnautovic e due quelle di Musa Barrow, il Resto del reparto è invece fermo a zero.

CALCI PIAZZATI E GIOCO AEREO - Le armi in più di questo inizio di stagione rossoblù sono stati i calci piazzati e il gioco aereo. Ben 6 gol su 12, sono arrivati da calcio piazzato diretto ed indiretto. E sarebbero potuti essere 7 su 13 i gol segnati in questa maniera, se il palo del Castellani non avesse detto no a Marko Arnautovic nella sciagurata sconfitta con l’Empoli. Un palo che peraltro si somma agli altri 5 legni rossoblù di questo avvio di stagione, record in questa prima parte di campionato. Tuttavia, il dato dei calci piazzati come prima arma realizzativa del Bologna non deve sorprendere, giacché i rossoblù sono la terza squadra per numero di corner battuti finora (41). Ben quattro e tutti da schema da calcio piazzato sono stati i gol di testa, due di Lorenzo De Silvestri e due di Arthur Theate. Una soluzione importa che ha permesso al Bologna a di ribaltare la partita con là Salernitana e mettere un bel peso al collo della Lazio. I rossoblù hanno variato sugli schemi, trovando persino i due gol di De Silvestri, nella medesima partita, con situazioni diverse. Le altre due reti da piazzato sono state: il rigore di Arnautovic col Genoa e il destro di prima intenzione di Barrow contro l’Empoli, altro schema ideato da Sinisa e il suo staff.

 

fonte: Marcello Giordano, Il Resto del Carlino

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.