Nicolas Viola Nicolas Viola fonte immagine: Twitter

Il Resto del Carlino - Bologna, Viola pronto a cominciare l’avventura rossoblù

Scritto da  Ott 20, 2021

Il Bologna ha reagito. L’infortunio di domenica a Kingsley, il secondo in rapida successione, ha costretto la dirigenza rossoblù ad intervenire sul mercato. Così, già nella giornata di lunedì è stato chiaro che il Bologna di sarebbe mosso su un giocatore tra gli svincolati a disposizione: dalla rosa dei candidati è venuto fuori il nome di Nicolas Viola, che già nella mattinata di ieri si è presentato al centro Isokinetic per svolgere la prima parte di visite. La seconda è prevista per questa mattina, con l’obiettivo di mettere il giocatore a disposizione di Mihajlovic già da questo pomeriggio.

ACCORDO - L’accordo tra Viola e il Bologna si è chiuso nell’arco di 24 ore. Prima la scelta, poi la trattativa, che ha visto concludere i dettagli finale mentre Viola si sottoponeva ai controlli medici di routine. La rosa dei candidati era ristretta comunque a due soli profili, uno era quello dell’ex Benevento, l’altro era quello del centrocampista brasiliano Fernando, ex Samp, reduce da un’esperienza in Russia. Per Viola accordo fino al prossimo. 30 giugno 2022, a 250 mila euro l’anno. Il Bologna e il giocatore si daranno poi appuntamento a fine stagione per decidere se proseguire assieme, con un’opzione di rinnovo già concordato.

PROFILO - Viola, 32 anni, è un profilo di esperienza. Il giocatore ha conosciuto la Serie A sin da giovane e poi di recente con il Benevento con le due promozione: 2017 e 2020. In carriera Viola, oltre alla maglia dei campani ha vestito anche quelle di Reggina, con cui ha esordito tra i professionisti in A, Ternana, Palermo e Novara. Nato come esterno offensivo, Viola ha arretrato negli anni il suo raggio d’azione fino al ruolo di centrocampista duttile, motivo per cui il Bologna alla fine lo ha scelto. Viola in carriera ha interpretato tutti i ruoli del centrocampo: dal trequartista al mediano davanti alla difesa sia a 3, che a 2. Nell’attuale sistema di gioco del Bologna il 3-5-2, o 3-4-1-2, Viola può interpretare tutti i ruoli. Starà dunque a Mihajlovic decidere cosa fare con il suo nuovo rinforzo. Oggi Viola dovrebbe allenarsi nel pomeriggio col resto della squadra per poter essere pronto poi già col Milan, visto che anche se in solitudine Viola in questi mesi senza contratto non ha mai smesso di allenarsi. Viola può inoltre rivelarsi un’arma interessante anche da fermo, essendo dotato di un piede educatissimo sui calci piazzati. Lo scorso anno poi ha messo a segno 5 gol in 17 presenze, di cui uno proprio al Bologna.

ASSENZE E MERCATO - Una decisione quella del Bologna che è scaturita dal brutto infortunio di Kingsley. La frattura del perone costringerà il giocatore a fermarsi per lungo tempo. In più, nello staff rossoblù c’è ancora grande incertezza sul rientro di Jerdy Schouten. L’olandese è alle prese già da due mesi con problemi fisici che non riesce a risolvere, e l’intervento sul mercato svincolati si è reso dunque necessario, vista che la coperta stava diventando davvero cortissima. Potrebbe però non essere finita qui, il persistere dei problemi fisici di Schouten potrebbe imporre al Bologna un nuovo intervento, questa volta a gennaio. L’occhio dela dirigenza è rivolto al nord Europa dove piacciono alcuni giocatori: i norvegesi Mannsverk e Berg, è il belga Kana.

 

fonte: Marcello Giordano, Il Resto del Carlino

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.