Primavera - Il Bologna lotta, ma non basta. Vince la Juve 3-2 crediti immagine: bolognafc.it

Primavera - Il Bologna lotta, ma non basta. Vince la Juve 3-2

Scritto da  Ott 24, 2021

6 giornata di campionato di Primavera, al J Training Center di Vinovo si affrontano Juventus e Bologna. Bianconeri che occupano il sesto posto in classifica e vengono dalle convincenti vittorie contro Inter e Sampdoria, Bologna che dopo lo scivolone interno contro la S.P.A.L. dovrà necessariamente tentare di fare punti per non rimanere inguaiato nella zona salvezza.

Juventus che scende in campo con il 4-4-2: Senko in porta, linea a quattro formata da Mulazzi, Citi, Nzougango e Dellavalle, a centrocampo Hasa, Bonetti, Doratiotto e Iling, in attacco Turco e Sekularac. Il Bologna propone un 4-3-2-1 con Bagnolini in porta, difesa a quattro con Cavina, Amey, Motolese e Corazza, cerniera di centrocampo con Casadei, ai lati Mihai e Wieser, in attacco Pyythia ad ispirare Paananen e Raimondo

Pronti via e la Juventus passa subito in vantaggio: leggerezza di Motolese che in disimpegno spiana la strada a Turco che buca Bagnolini e porta in vantaggio i bianconeri dopo appena 20 secondi di gioco. Padroni di casa che spingono tanto e sfiorano più volte il raddoppio (con Bonetti che su calcio d’angolo spizza sul secondo palo), mentre il Bologna cerca le proprie fortune in contropiede con il solito Raimondo. Il Bologna si ostina a costruire dal basso e al 14’ Bonetti recupera un pallone vagante al limite dell’area, calcia di prima intenzione e sfiora il palo alla destra di Bagnolini, brivido per il Bologna. Al 15’ ancora la Juve: Mulazzi crossa al centro, Turco la tocca quel tanto che basta, palla che sbatte sulla traversa e sulla linea con Corazza che spazza via. Ma è solo questione di secondi per il raddoppio bianconero: Motolese commette fallo in area di rigore (rimane qualche dubbio sul contatto), Iling si incarica della battuta e spiazza Bagnolini, 2-0 per la Juventus.

Ma il Bologna è vivo e al 20’ la riapre: guizzo di Paananen sulla destra che si accentra, guarda la porta e di sinistro infila il pallone all’angolino battendo Senko sul secondo palo. Brivido per la Juve al 29’: Paananen calcia su punizione, sulla ribattuta arriva Casadei che calcia di prima intenzione, ma trova la ribattuta della difesa bianconera. Il Bologna è vivo, eccome, e riesce spesso a bucare la difesa della Juve, grazie ai movimenti tra le linee di Paananen e alla profondità offerta da Raimondo. Sul finire del primo tempo la Juve va vicina al tris: Mulazzi si accentra, arriva al limite dell’area di rigore serve Turco che da ottima posizione con il mancino colpisce male la palla che esce di diversi metri alla destra di Bagnolini. 

Al 54’ ci prova ancora Turco con un tiro a giro sul secondo palo, palla fuori di poco. Al 57’ enorme occasione del Bologna: Paananen vede l’inserimento di Raimondo che in area viene servito, ma perde un tempo di gioco e al momento del tiro viene ostacolato dalla difesa bianconera e il suo tiro si spegne sul fondo. Al 62’ altra occasione per il Bologna, con Casadei che da lontano lascia partire un bel tiro che finisce a centimetri dalla porta difesa da Senko. Al 63’ cambio importante per il Bologna, fuori Wieser e dentro Rocchi, Vigiani cerca a tutti i costi il pareggio. Al 66’ però la Juventus trova il tris con Bonetti che su cross del neo entrato Savona buca Bagnolini e riporta i padroni di casa sul +2. Ma è una partita infinita e Raimondo la riapre di nuovo: tiro deviato di Rocchi, la palla schizza in area, Raimondo come un falco si avventa sulla palla vagante e in spaccata brucia sul tempo la difesa juventina accorciando le distanze. Al 78’ Vigiani tenta il tutto per tutto, dentro anche Pagliuca e Cossalter. All’81 bello spunto di Rocchi sulla destra che mette un bel cross in area, Raimondo ci prova in tuffo ma sfiora appena il pallone. Il Bologna ci prova fino all’ultimo, con Rocchi e Pagliuca, ma la difesa della Juve fa muro e riesce a reggere, con la partita che dopo 3 minuti di recupero si conclude sul punteggio finale di 3-2. 

Una sconfitta che lascia comunque ben sperare mister Vigiani che oggi ha avuto sicuramente buone risposte in vista del prosieguo del campionato

Gianluca Gennai

Studente di Giurisprudenza all’università di Bologna, appassionato del Bologna sin dalla più tenera età. Tifo ergo scrivo.