Marco Serra Marco Serra Milan News 24

La Gazzetta dello Sport - Fermato per un turno Serra , arbitro di Napoli Bologna

Scritto da  Ott 31, 2021

Leggendo fra le statistiche della Serie A, scrive oggi la Gazzetta dello Sport a proposito di rigori, si segnalano 48 rigori già comminati, che, se si prova a fare una mera proiezione matematica, ci porterebbe all'astronomica cifra di 182 rigori fischiati su 38 giornate di campionato. E' una proiezione e va verificata a fine stagione,, ma certo le prime 10  giornate della massima serie italiana raccontano che è c'è il rischio del veder dilagare il “tour dell’area di rigore”, che, riletto in maniera più prosaica, basta rimanere all'interno dell'area di rigore che al minimo contatto può scapparci la massima punizione. E dai vertici dell'AIA, associazione italiana arbitri,  da tempo, è stato esposto un cartello grande così: basta coi tocchi leggeri che diventano penalty, perché non è possibile che ogni minimo contatto possa portare al rigore.

E se si confrontano i campionati stranieri col nostro, nessuno è al nostro livello: in Premier League i penalty sono stati appena 21 in 9 turni;  la Liga  emerge con 39 concessi, ma sono 11 le giornate giocate; in Germania la Bundesliga si segnala per soli 23 penalties in 9 giornate; mentre il campionato francese della Ligue 1 sono 34 in 11. Insomma siamo Campioni d'Europa e vinciamo per assoluto distacco.  E fra le considerazioni fatte sugli episodi, che sono stati analizzati, viene citato il secondo rigore del Napoli col Bologna: "Il secondo fa parte della casistica che proprio i vertici arbitrali hanno definito da “derubricare”, perché il colpo di Mbaye su Osimhen esiste ma è lieve, non travolgente. Morale: Serra l’ha decretato ma doveva farne a meno. Come ha fatto Chiffi in Empoli-Inter: contatto D’Ambrosio-Bajrami, niente penalty con successive saette di Andreazzoli e Corsi. Se quell'episodio come indicazione dei vertici vuole, non è rigore, allora non devono esserlo neanche altri".

A margine segnaliamo che l'arbitro Marco Serra è stato fermato per un turno, proprio dopo la controversa direzione di gara di Napoli-Bologna di giovedì sera.

Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"