Il Bologna piega la Sampdoria, primo successo in trasferta e zona Europa agganciata

Scritto da  Nov 07, 2021

12° giornata di Serie A che vede il Bologna impegnato a Genova contro la Sampdoria. I doriani arrivano da un periodo di forma non eccellente, una sola vittoria nelle ultime sette partite, che li ha portati nella zona retrocessione, dopo il sorpasso del Venezia, uscito vincente dal match di pranzo contro la Roma. Mihajlovic conferma gli 11 che hanno vinto contro il Cagliari, quindi Skorupski, Soumaoro

Il Bologna inizia la partita mantenendo il pallino del gioco. La prima occasione arriva però in contropiede: gran uscita palla dalla difesa partita da Hickey, tanti tocchi, velo di Barrow che lancia Soriano. Discesa palla al piede per il trequartista che però non riesce a trovare la chance di andare alla conclusione. La prima occasione per la Samp arriva da corner, battuta sul primo palo Ekdal la spizza, attentissimo Skorupski che manda in corner dalla parte opposta. Dalla seconda battuta la palla arriva ad Askildsen al limite dell’area, gran destro che centra il palo. Il Bologna ci prova di nuovo, tacco di Soriano che lancia Barrow in area, chiuso però da Ekdal in corner. Dal corner i rossoblù provano uno schema, la conclusione al volo da fuori area di Svanberg non impensierisce Svanberg. Il Bologna ci riprova in contropiede dopo un corner per gli avversari, lancio di Dominguez per Barrow che resiste al contrasto di Bereszyński, punta l’avversario e serve in profondità Arnautovic che arriva come un treno. A tu per tu con Audero calcia benissimo, ma il portiere è fenomenale e manda in corner. Sul calcio d’angolo la palla arriva sul secondo palo per Theate che di piatto sfiora la parte alta della traversa. Due grandissime occasioni per il vantaggio rossoblù. La Samp non ci sta e si ributta in avanti, ci prova prima Candreva da fuori area, calciando alto, e poi Caputo, sempre da fuori area, Skorupski si allunga e mette in angolo. Prima metà di tempo intensissima, con tantissime occasioni su entrambi i lati. Nella Samp ci riprova Candreva su assist di Caputo, bravissimo a proteggere palla. Skorupski para con i piedi. Occasione anche per il Bologna al 36’ Svanberg lancia per Soriano, a tu per tu con Audero si allarga e colpisce, la palla supera il portiere ma c’è il salvataggio di Yoshida. La palla va verso Hickey che si prepara a calciare da dentro l’area di rigore, provvidenziale l’anticipo di Candreva in ripiegamento difensivo. 

Inizia il secondo tempo con un solo cambio nel Bologna, dentro Skov Olsen per De Silvestri, già in difficoltà fisicamente nel finale del primo tempo. La squadra di Mihajlovic inizia forte nel secondo tempo, Svanberg intercetta la palla, i rossoblù si lanciano in avanti, Dominguez appoggia in area per Soriano che passa orizzontalmente per Svanberg che di prima intenzione dal centro dell’area scarica in porta. Audero non ci arriva ed è vantaggio per il Bologna. al 47’ il risultato cambia:1-0!  Dopo una fase prolungata di studio, ecco l’occasione per il Bologna, Dominguez in pressione causa l’errore di Thorsby, la palla arriva a Arnautovic, controllo e passaggio a Barrow che cerca il tiro a giro sul palo lontano. Audero ci mette i guantoni e devia in corner. Per la Samp ci prova Augello in diagonale il suo tiro sfiora il palo e finisce sul fondo.Rischio per il Bologna su corner giocato dalla Sampdoria, Candreva muove palla e va al cross a rientrare Yoshida è sulla traiettoria ma non riesce a trovare la deviazione. Skorupski blocca. A 15 minuti dalla fine spinge con decisione la Sampdoria, Soriano sbaglia il controllo di petto e lancia il contropiede di Caputo, l’ex Sassuolo sbaglia la scelta accentrando ma è solo un grande intervento di Theate a negargli il gol. Soffre il Bologna con la Sampdoria che spinge alla ricerca del gol del pareggio. Ed il pareggio arriva, punizione di Candreva, spizzata di Yoshida, inserimento di Thorsby che a due passi dalla porta mette dentro la palla di suola in spaccata. Il Bologna si ributta subito in avanti, cross di Svanberg, sul secondo palo arriva Arnautovic colpisce di testa e schiaccia la palla che finisce in rete. Il guardalinee alza la bandierina, fuorigioco. Arnautovic non ci sta e protesta. La VAR gli dà ragione, posizione regolare e gol convalidato. Torna in avanti il Bologna. All’83’ minuto doppio cambio per il Bologna, in precedenza era già entrato Sansone al posto di Barrow. Dentro Mbaye per Soriano e Binks per Dominguez, che esce zoppicando dopo i vari falli subiti in tutto l’arco della partita. Il Bologna cambia modulo e si posiziona con la difesa a 5. In contropiede i rossoblù vanno vicini al 1-3. Arnautovic controlla e appoggia per Skov Olsen, colpo a botta sicura. Solo un miracolo di Audero mantiene invariato il risultato. Al 90’ entra anche Van Hooijdonk al posto di un sontuoso Arnautovic, per gli ultimi 5 minuti di recupero. L’ultima occasione della partita è per il Bologna contropiede avviato da Medel, lancio per Sansone, che entra in area causando il panico, ma sul più bello non riesce a trovare la via della porta.

La partita finisce così, il Bologna vince, vola a 18 punti, agganciando Juventus e Fiorentina, e, soprattutto, trova il primo successo stagionale in trasferta.

 

 

Ultima modifica il Domenica, 07 Novembre 2021 17:01
Nicolò Leva

Appassionato di sport, dal calcio al football americano, dal tennis ai motori. Da buon laureato in economia cerco e racconto i numeri che si nascondono dietro ogni avvenimento.