Bologna troppo rinunciatario, al Niccolò Galli si impone l’Atalanta per 3-1 Bologna Fc

Bologna troppo rinunciatario, al Niccolò Galli si impone l’Atalanta per 3-1

Scritto da  Gianluca Gennai Nov 27, 2021

Al centro tecnico Niccolò Galli di Casteldebole va in scena Bologna-Atalanta valevole per la decima giornata del campionato Primavera A1. Rossoblù che si schierano con Bagnolini in porta, linea a tre con Arnofoli, Motolese e Stivanello, cerniera di centrocampo formata da Cavina, Casadei, Mihai, Pyythia e Corazza, in avanti Wieser a supporto dell’unica punta Raimondo. 

Parte subito forte l’Atalanta che si porta subito sull’ 1-0 con Pagani che infila Bagnolini con un tocco sotto, ospiti subito in vantaggio. Il Bologna prova a reagire con Mihai su punizione, palla in mezzo, nessun problema per Sassi che dopo una carambola si ritrova il pallone tra le mani. Ancora pericolosa l’Atalanta con Sidibe che dopo una mischia in area prova il gol di esterno destro, palla a lato di poco. Il Bologna prova a reagire, ma è l’Atalanta a rendersi pericolosa con diversi cross e calci d’angolo sui quali i rossoblù cercano di liberare non senza qualche difficoltà. Il pressing della Dea viene premiato al 27’ : Renault si incunea in area di rigore, prova il tiro di interno destro e Casadei devia nella propria porta: 2-0 per l’Atalanta e notte fonda per il Bologna. Ci prova ancora Mihai con un tiro dalla distanza, nessun problema per Sassi. Ancora pericolosa l’Atalanta con il solito Sidibe che su cross di Oliveri è libero di saltare e colpire in area di rigore, palla fuori di qualche metro. Chiude la partita al 34’ Renault lasciato libero di calciare da dentro l’area, difesa del Bologna troppo ferma e passiva. L’Atalanta continua a macinare gioco e per poco non sfiora il 4-0: De Nipoti si gira in un fazzoletto dentro l’area, palla alta di poco sopra la traversa. Primo tempo dominato dai nerazzurri che hanno di fatto chiuso la partita già nella prima mezz’ora di gioco. 

Vigiani cambia nel secondo tempo: fuori Pyythia dentro Paanaen. Ci prova Casadei dalla distanza con un bel tiro di sinistro, palla deviata che termina in corner. Sul calcio d’angolo il Bologna trova il gol: Sassi incerto sulla presa, Paananen si avventa sulla palla vagante e appoggia in rete da 0 metri, Bologna che accorcia e che sembra essere rientrato dagli spogliatoi con un piglio diverso. Risponde subito l’Atalanta con De Nipoti che in serpentina salta quasi tutta la difesa rossoblù, Bologna che riesce a metterci una pezza e palla in angolo. Pericolosa l’Atalanta con un indemoniato Renault che crossa in mezzo, De Nipoti colpisce indisturbato, palla di poco fuori. Al 61’ Risponde il Bologna con Stivanello che su calcio d’angolo sporca i guantoni di Sassi che deve impegnarsi per deviare il pallone indirizzato all’incrocio dei pali. Altro cambio per il Bologna, al 70’ finisce la partita di Mihai, entra Bartha. Fuori anche uno stremato Wieser, al suo posto Urbanski. Partita abbastanza equilibrata in questa fase, l’Atalanta tiene bene il campo e si difende in maniera ordinata, il Bologna cerca di ripartire in contropiede. All’80 bel cross di Cavina sul quale si avventa Raimondo che non spizza bene il pallone preda della difesa atalantina. All’85’ fuori Cavina e Casadei, dentro Cossalter e Sigurpálsson. Ci prova all’ultimo Raimondo con un tiro secco sul primo palo, para di piede Sassi. 

Niente da fare per il Bologna, al Niccolò Galli passa l’Atalanta per 3-1. Ora testa alla prossima, in casa del Sassuolo.