Musa Barrow in azione contro Andrea Cambiaso in Bologna-Genoa Musa Barrow in azione contro Andrea Cambiaso in Bologna-Genoa fonte immagine: Damiano Fiorentini / 1000cuorirossoblu,it

Il Resto del Carlino - Bologna, novembre è alle spalle: Barrow vuole ripartire

Scritto da  Dic 01, 2021

Novembre è alle spalle, e non potrebbe esserci notizia più bella per Musa Barrow e il Bologna. Il gabbiano storicamente soffre i mesi più freddi, ma novembre è senz’altro quello più negativo della sua storia recente. Questa sera, scaduto il mese di novembre, Musa può sperare di ripartire da dove aveva lasciato.

RENDIMENTO - Lo scorso anno Musa disputò un mese di novembre uguale, zero gol e zero assist. Un mese ad andamento lento che completò un periodo molto negativo, in cui riuscì ad andare in rete solo due volte e servire un solo assist. Oggi invece Musa arriva da mesi positivi con ben 4 gol e 4 assist ha sensibilmente migliorato il suo rendimento per giungere a fine stagione a superare la doppia cifra in entrambe le voci. Mai decisivo nelle ultime partite, Musa ha comunque mostrato di esserci è solo per una questione di centimetri non ha colpito anche a La Spezia.

TUTTE LE STRADE PORTANO A ROMA - Per Barrow il momento del riscatto arriva proprio contro un avversario che evoca senz’altro ricordi agrodolci. Il ricordo più nitido e bruciante è senz’altro quello dello scorso dicembre quando Barrow e compagni furono travolti nel primo tempo della sfida casalinga con la Roma per 5-1. Una perfetta descrizione dell’anonimato nel quale era caduto il Bologna per l’intera stagione post covid, un oblio iniziato col lockdown della stagione 2020 e che per fortuna sembra ora finito. Ed è proprio alle porte del periodo più buio di questa pandemia e contro la Roma, a Roma, che Barrow ha i suoi ricordi più dolci: correva il 7 febbraio 2020 quando il Bologna si presentò all’Olimpico col suo nuovo acquisto Barrow, che distrusse i sogni europei della Roma mettendo a segno due gol e un assist. Insomma, quale migliore occasione per ripartire?

MERCATO E AMBIZIONI - Il match di questa sera inoltre misurerà le ambizioni rossoblù. Con 21 punti i rossoblù hanno già collezionato un punto in più dell’intero girone di andata della passata stagione. Un bottino importante che i rossoblù potranno migliorare già da stasera e per ulteriori quattro match da qui al 22 dicembre, giornata del la fine del girone di andata. Nel frattempo, proprio su Barrow i rossoblù dovranno riflettere attentamente in vista di gennaio. Il gambiano partirà in quel mese per disputare la Coppa d’Africa. In quel periodo, i rossoblù saranno dunque sprovvisti della loro seconda punta e dovranno ragionare sul mercato o sulla possibilità di promuovere uno di coloro che ambiscono alla maglia da titolare accanto ad Arnautovic: Vignato, Sansone, Skov Olsen, Orsolini sono tutti a quota zero gol, e insieme a loro anche gli altri centravanti Van Hooijdonk e Santander. Un ragionamento che dovrà passare prima dall’individuazione di un profilo pronto che possa realmente non far rimpiangere Barrow per un breve periodo e che dopo il mese di gennaio accetti il ruolo di prima alternativa. Scelta non facile, ma se le statistiche non mentono, necessaria. Intanto, Musa vuole ripartire e punta la Roma.

 

fonte: Marcello Giordano, Il Resto del Carlino

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.