Corriere di Bologna - Il Bologna vola ma il Dall'Ara è mezzo vuoto

Scritto da  Dic 03, 2021

Nonostante l’ottima stagione del Bologna, a +8 rispetto all’anno scorso dopo la 15° giornata, il pubblico non c’è: -45% di media, con l’affluenza che è passata dai 22.900 delle ultime partite a porte aperte della stagione 2019/20 agli attuali 12.689. Un crollo che ha accomunato quasi tutti i club di Serie A, tranne forse la sola Roma che è passata da un’affluenza media di 39.000 a 37.000. Mancano quasi del tutto i sold out e anche le lamentele della Lega sulla capienza degli stadi appaio inutili, visto che anche con il 100% il risultato sarebbe simile. Il Covid, fra le tante cose, avrebbe avuto infatti anche un altro effetto: lo spostamento del pubblico dagli spalti allo schermo, che è sicuramente più comodo e sicuro, ma che non è minimamente paragonabile all’atmosfera che si respira all’interno di uno stadio. Inoltre, c’è da aggiungere che i prezzi dei biglietti per stadi spesso anche non messi troppo bene sono sempre gli stessi. 

Il Bologna pare aver perso molto anche nel suo zoccolo duro di tifoseria, che passa dai 18.000 sempre presenti a 12.000; e, nonostante la squadra stia vivendo una grande stagione che l’ha portata fino al 6° posto, lo stadio ancora non si riempie. Qualche speranza di un aumento c’è già per la prossima partita, con la Fiorentina che arriva al Dall’Ara per il classico Derby dell’Appennino: già venduti 6.000 biglietti, di cui 1.000 per i tifosi ospiti, a cui sono da aggiungere gli oltre 9.000 abbonati. Ma tornare alla situazione pre Covid sarà molto, molto difficile. 

Altro fattore importante nella riduzione del pubblico è anche lo spezzatino causato da Dazn che spalma le partite lungo l’arco di tutto il weekend e anche oltre: di fatto diventa molto difficile abbonarsi allo stadio, come si evince dai 15.000 abbonati rossoblu del 2019 che sono scesi quest’anno fino a 9.000. Intanto, a Casteldebole si pensa già al futuro, con l’esperimento dello stadio temporaneo da 16/17 mila posti: con la squadra che sta giocando un ottimo calcio, si potrebbe in questo caso azzardare anche l’ipotesi di un soldout. In attesa ovviamente del nuovo Dall’Ara, che dovrebbe essere disponibile almeno fra 3 stagioni e con una capienza di 30.000 posti. 

Fonte: Fernando Pellerano, Corriere di Bologna

Ultima modifica il Venerdì, 03 Dicembre 2021 08:41