L'uomo della partita - Federico Santander Bologna FC

L'uomo della partita - Federico Santander

Scritto da  Dic 23, 2021

Nell'ultima gara del 2021, il Bologna batte a sorpresa il Sassuolo di Alessio Dionisi, espugnando il Mapei con un netto 3-0. Importante la prestazione dei ragazzi di Sinisa Mihajlovic che, dopo la sconfitta interna contro la Juventus, chiude al meglio l'anno portandosi al decimo posto in classifica a pari punti con l'Empoli. Ottima dunque la gara di tutta la squadra, a partire da Skorupski che salva in almeno due occasioni il risultato. Bravo anche Hickey, autore di una delle tre reti e ottima anche la prova di Orsolini che, chiamato a sostituire Barrow, dà nuova linfa all'attacco rossoblù e si regala anche una rete preziosa. La copertina di questa partita è però un po' speciale, di quelle romantiche, di quelle che spesso piacciono a noi. La copertina di Sassuolo-Bologna se la merita Federico Santander. Non dev'essere facile rendersi conto di non essere proprio al centro del progetto: nonostante ciò, El Ropero non ha mai fatto polemiche o qualche discussione, ha sempre lavorato duramente, nonostante i molteplici infortuni che lo hanno coinvolto negli ultimi anni. Quando viene chiamato in causa ecco che Santander risponde presente e così ha fatto anche ieri: oltre alla rete nel finale per il definitivo 3-0 rossoblù, l'attaccante paraguaiano ha dato un grande contributo alla squadra soprattutto in fase di ripiego, recuperando diversi palloni e addormentando la gara, evitando un rientro del Sassuolo nel finale di gara. Poche parole, tanto lavoro e sudore: Federico Santander è la prova vivente che nel calcio, a volte, servono poche parole e più fatti. 

L'uomo della partita: Federico Santander

Federico Calabrese

Classe 2000, studia presso l'Università di Bologna. Prima di entrare in 1000cuorirossoblu ha scritto per Numero-Diez, Mondoprimavera e Jzsportnews. In passato ha lavorato anche con Gazzamercato e Vocegiallorossa. Ha partecipato al Workshop di Giornalismo Sportivo, che ha visto come docenti Xavier Jacobelli e Alessandro Iori. Appassionato di calcio in tutte le sue sfumature, cerca di raccontare il lato romantico dello sport.