The Duel - Sansone vs. Pavoletti crediti immagine: Damiano Fiorentini per 1000 cuori rossoblu

The Duel - Sansone vs. Pavoletti

Scritto da  Gen 09, 2022

Alla fine, Cagliari-Bologna si gioca. 
Una gara che si sarebbe dovuta disputare oggi pomeriggio, ma che è stata posticipata di due giorni, non senza diverse polemiche da parte del Bologna.
I rossoblù sbarcheranno in Sardegna con un solo allenamento effettivo alle spalle, ossia la rifinitura che è in programma per domani. Una decisione, quella della Lega, che lascia parecchio attoniti e dubbiosi.
Nonostante tutto, però, occorre cercare comunque i 3 punti, perché il Cagliari di quest’anno è assolutamente un avversario più che alla portata della squadra di Mihajlovic.

Viste le diverse assenze tra le fila del Bologna, uno dei pochi che quasi certamente scenderà in campo dal primo minuto è certamente Nicola Sansone.
Proprio tra l’esterno del Bologna e Pavoletti andrà in scena un interessante duello.

Pavoletti è sicuramente uno dei punti fermi in casa Cagliari, in questa stagione che si sta rivelando parecchio complicata per il club sardo.
Nonostante i passati infortuni, l’attaccante sembra ormai essere tornato a pieno regime, avendo anche segnato 3 reti in 18 partite. Numeri che non sono comunque da trascurare se si pensa al fatto che il Cagliari è tornato alla vittoria solo nello scorso turno dopo 11 partite (grazie proprio anche a un gol di Pavoletti).
Dall’altra parte, Sansone, pur non avendo giocato molte gare dal primo minuto, si è dimostrato determinante a gara in corso, soprattutto per il ritmo con cui riesce a impattare sulla partita. Si è rivelato, come ammesso da lui stesso, il dodicesimo uomo della squadra. Sono già due, infatti, gli assist forniti in questa prima parte di stagione. Mancano i gol, questo si, ma d’altronde non è mai stato nelle corde di Sansone essere un goleador.

Pavoletti, come noto, è un attaccante che sa rendersi spesso pericoloso, soprattutto sulle palle alte, vantando una media di 2,8 duelli aerei vinti per gara, contro lo 0,3 di Sansone, che in questo non spicca.
D’altro canto, però, l’esterno del Bologna sa bene come essere pericoloso sui calci piazzati, specialmente sulle punizioni. 
Sansone si rende spesso protagonista anche sui cross (media di 0,8).

Sono due giocatori che cercano spesso il tiro durante la partita, e infatti hanno entrambi una media di almeno un tiro per gara.
Nessuno dei due è particolarmente abile e preciso nei passaggi, ne effettuano in media 11-12 a match.
Sansone è solito prediligere i lanci lunghi, mentre Pavoletti effettua più passaggi corti.
In generale, Pavoletti è un tipo di attaccante molto abile nel gioco di sponda per i compagni, è in grado di giocare anche spalle alla porta, mentre Sansone ama tagliare verso il centro in fase di attacco.
Questo perché l’attaccante del Cagliari è sicuramente più dotato fisicamente rispetto all’esterno del Bologna, che però riesce a sopperire questa mancanza con una discreta velocità e un buon dribbling.

In generale, si può concludere che Pavoletti è molto più simile al classico attaccante d’area di rigore rispetto a Sansone, e infatti ha anche disputato diverse partite come punta centrale, ruolo che l’esterno del Bologna in carriera non ha mai ricoperto con continuità.

Insomma, sicuramente sono due giocatori che sanno il fatto loro, per questo motivo si spera di vedere un match acceso e combattuto martedì sera, nonostante il pochissimo tempo avuto da Mihajlovic per preparare al meglio la gara.

Parola al campo, come sempre.

(Fonte: Whoscored)

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.