Radio Casteldebole Recap - Il punto sul Bologna alla vigilia della gara di Verona crediti immagine: Damiano Fiorentini per 1000 cuori rossoblu

Radio Casteldebole Recap - Il punto sul Bologna alla vigilia della gara di Verona

Scritto da  Gen 20, 2022

 

 

Il Bologna resta in emergenza per la sfida di domani sera al Bentegodi.
I rossoblù sono in cerca di riscatto dopo la deludente prestazione contro il Napoli di appena 3 giorni fa, ma Sinisa Mihajlovic non può ancora contare sulla rosa al completo, anzi, tutt’altro.
Nonostante tra i convocati figurino quasi tutti, diversi giocatori non sono al meglio. 
Arnautovic non è sicuramente al massimo della condizione, e Sinisa è stato chiaro: ''Da oggi gioca solo se sta bene''. Difficile rinunciare ad uno dei leader di questa squadra, ma l’austriaco contro il Napoli è parso davvero in difficoltà.
Un altro che non ha recuperato è Riccardo Orsolini, che a Cagliari aveva rimediato una sublussazione della spalla. L’esterno è rientrato ieri in gruppo, e adesso toccherà a Mihajlovic decidere se farlo partire dal primo minuto domani sera.
Per Nico Dominguez, quella di domani, potrebbe essere l’ultima partita di questa stagione. L’argentino, infatti, dopo la gara di Verona sarà costretto ad operarsi alla spalla, e i tempi di recupero sono stimati in almeno tre mesi, motivo per cui la dirigenza sta seriamente valutando un innesto a centrocampo.
Un recupero importante è rappresentato dal rientro di Gary Medel, negativizzatosi dal Covid. Tuttavia, Mihajlovic ha lasciato intendere che il virus potrebbe aver lasciato alcuni segni in diversi calciatori, motivo per cui anche il cileno potrebbe non essere al top della condizione.
Rientra anche Dijks, dopo essere stato costretto a saltare il match con il Napoli per via di un risentimento muscolare ai flessori della coscia sinistra.

Insomma, un Bologna ancora parecchio incerottato quello che domani sfiderà il Verona di Tudor, una squadra che difficilmente concede punti al Bentegodi, una squadra che fa dell’aggressività la sua arma vincente.
La sosta arriva probabilmente al momento giusto per i rossoblù, che nelle prossime due settimane dovranno fare di tutto per recuperare più giocatori possibili.

Il punto sugli indisponibili
Nonostante il rientro in gruppo di ieri, Jerdy Schouten non è stato inserito tra i convocati per la gara di domani. L’olandese potrebbe a questo punto rientrare per la gara con l’Empoli, in programma dopo la sosta.
Lo stesso Santander non è disponibile, dal momento che il paraguaiano è tornato solo oggi a calcare i campi di Casteldebole, dopo essere stato positivo al virus in Paraguay.
Non ci sarà neppure Kingsley, ancora alle prese con la rottura del tendine d’achille rimediata a ottobre.
Mihajlovic domani sera dovrà fare a meno anche di Soumaoro, squalificato dopo aver rimediato un cartellino giallo contro il Napoli.

Diffidati
Oltre ai già noti Hickey, Medel e Svanberg, si aggiungono alla lista dei calciatori in diffida anche Theate e De Silvestri.

Probabile formazione
Davanti a Skorupski, qualora Medel non dovesse partire dall’inizio, la linea a tre sarebbe composta da Bonifazi, Binks e Theate. A centrocampo, l’unico ballottaggio è tra Viola e Dominguez. Uno dei due giocherà al fianco di Svanberg, mentre a destra agirà Skov Olsen, dal momento che De Silvestri non è stato convocato, e a sinistra Hickey. In attacco, Soriano è sicuro di una maglia da titolare, il capitano giocherà a supporto di Arnautovic e di uno tra Sansone e Orsolini (qui bisognerà valutare se l’esterno ascolano è pronto per giocare dal primo minuto).

Ultima modifica il Giovedì, 20 Gennaio 2022 20:39
Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.