Daniel Samek Daniel Samek fonte immagine: Twitter ufficiale Slavia Praga

La Bottega dei Talenti - Daniel Samek

Scritto da  Mar 03, 2022

È sempre calciomercato”. Si dice spesso, ma in questa fase della stagione questa citazione è ancor più d’attualità. Le società fissano obiettivi per le prossime stagioni, individuano profili da seguire con attenzione, trattano direttamente con squadre e calciatori per assicurarsi vie preferenziali, bozze di accordi e tanto altro.

Una situazione che coinvolge tutti. Non è da meno il Bologna che da diverse stagioni ragiona su un mercato “green”, all’insegna dell’acquisto di giovani fuori dai radar delle big ma pronti a fare un ulteriore salto nella loro carriera. I casi più importanti in questo senso sono Takehiro Tomiyasu, che ha spiccato il volo al termine dello scorso mercato estivo, e almeno due degli attuali titolari rossoblù come Aaron Hickey e Mattias Svanberg, le cui evoluzioni non sono passate, non passano e non passeranno inosservate agli occhi degli operatori di mercato. Ed è proprio di queste settimane la notizia che il Bologna avrebbe messo gli occhi sull’ennesimo giovane da portare in “scuderia”: si tratta di Daniel Samek, 18enne, centrocampista dello Slavia Praga.

Ma chi è Daniel Samek? Scopriamolo assieme.

Daniel Samek nasce Chaloupky, città ceca nella regione della Boemia Centrale, il 19 febbraio 2004. Cresce calcisticamente nella società del Hradec Králové, squadra dell’omonima città nel nord della Repubblica Ceca.

Nel 2018 si trasferisce nel settore giovanile dello Slavia Praga, società che sta dominando il calcio ceco nelle ultime stagioni vincitore di 4 degli ultimi 5 titoli. Un trasferimento che lo porta a completare la carriera nel contesto di una società ricca e vincente, con strutture e capacità in evoluzione. 

Dopo aver trascorso le prime due stagioni allo Slavia nelle formazioni giovanili, comincia anche la stagione 2020/21 nella formazione under 19, giocando tra agosto e settembre ben 7 volte, più una successiva apparizione nel mese di ottobre. Il 19 settembre 2020 è il giorno del suo esordio nella formazione B dello Slavia. Con la squadra B entra nell’ultimo quarto d’ora della partita contro il Benesov, vinta dallo Slavia 5-2.

Nel marzo 2021 viene aggregato alla prima squadra per una sfida di MOL Cup, Coppa Nazionale ceca e fa il suo esordio in prima squadra. Successivamente, nel finale di stagione, fa l’esordio anche in campionato giocando due volte dall’inizio contro Jablonec e Budejovice.

Dopo aver giocato solo uno spezzone di partita nella prima giornata del campionato ceco 21/22, Daniel torna temporaneamente nella squadra B. Due presenze da titolare, e poi il salto definitivo: da agosto è titolare in prima squadra e da lì non si muoverà più. Finora ha collezionato 23 presenze, comprese 4 presenze in Europa League. In campionato, in 16 presenze ha segnato 3 gol e fornito 3 assist. Il primo gol da professionista è arrivato il 22 agosto 2021 contro il Banik Ostrava.

Con la maglia della Nazionale Ceca ha giocato per le rappresentative under 15, 16 e 19, collezionando 27 presenze e segnando due reti.

184 cm x 80 kg, Daniel è un calciatore longilineo con una struttura muscolare importante, ben definita e equamente sviluppata tra arti superiori ed arti inferiori. Forte fisicamente, è in grado reggere ai contrasti più duri, grazie alla potenza espressa dalle sue gambe. Inoltre, è dominante nel gioco aereo, in cui è quasi impossibile batterlo. Non particolarmente rapido e veloce, compensa con un’ottima abilità nella difesa del pallone grazie al suo imponente fisico, oltre che ad abilità tecniche e conoscenze tattiche fuori dal comune.

Destro naturale, è dotato di un’ottima tecnica individuale. Il suo ruolo preferito è quello di mediano davanti alla difesa, in un centrocampo a 3, ma con la maturità sarà certamente in grado di interpretare efficacemente anche il ruolo di mediano a due.

Samek è un centrocampista completo con doti sia di impostazione che di interdizione. Dal punto di vista dell’impostazione è un regista sopraffino con visione di gioco sia sul lungo che sul corto. Da sottolineare inoltre la sua capacità di tagliare le linee di pressione avversarie con traccianti verticali, ma anche di giocare palle di assoluta precisione dalla zona della trequarti.

Dotato di un destro molto educato, batte molti dei calci piazzati della sua squadra. Ed è dotato di una buona conclusione dalla distanza, comunque ancora da affinare.

Dal punto di vista della fase di non possesso, Daniel è assolutamente impeccabile considerato che ha appena compiuto 18 anni. Pur non essendo veloce, Daniel riesce a coprire un’ampia porzione di campo, nella quale domina grazie alle sue letture di gioco e alla sua intelligenza nel posizionamento. Nonostante dunque non sia in grado di mantenere il passo di molti suoi colleghi, tiene sotto controllo la sua zona di campo grazie alle conoscenze tecniche e alla sua prorompente forza fisica.

Davvero difficile individuare nel suo modo di giocare dei veri e propri punti deboli. L’unico punto di domanda, semmai, è la capacità di adattarsi a livelli più alti dove il ritmo di gioco è decisamente più alto e l’impatto fisico è più forte.

Samek sarebbe un perfetto investimento in stile Bologna dell’era Saputo.

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.