Corriere di Bologna - Via al derby dell'Appennino

Scritto da  Aurora Martelli Mar 11, 2022

Domenica i rossoblù saranno impegnati nel derby dell'Appennino al Franchi, contro una viola che ha messo già il turbo ed è davanti di 10 punti, in lotta per un posto in Europa. Le due squadre per due stagioni, hanno navigato insieme nel campionato di Serie A: l'anno scorso molto vicine, 41 punti il Bologna e 40 la viola, due anni fa 47 i rossoblù, 49 la Fiorentina. 

Quest'anno la squadra di Commisso si è staccata dalla sua rivale e si ritrova ottava a 43 punti, in semifinale di Coppa Italia e in piena corsa per l'Europa, a meno quattro dall'Atalanta e molto vicina a Lazio e Roma, con la partita da recuperare contro l'Udinese.

Nel girone d'andata al Dall'Ara, le due formazioni contavano gli stessi 24 punti in 15 partite; e il match finì 3-2 per la Fiorentina con rete di Vlahovic. Dopo la sua cessione, via ad un restyling offensivo con Ikoné, Piatek e Cabral. Domenica la squadra di Sinisa, probabilmente con il 3-4-1-2 con Soriano e Medel, in forse De Silvestri, tenterà il colpaccio al Franchi per guadagnare posti in classifica; l'ultimo successo sulla Fiorentina fu nel 2010 (1-2 con Gimenez e Di Vaio). 
 
Commisso racconta: "Conosco Saputo, compravo i formaggi da suo padre per i miei locali", alla sua prima volta al Dall'Ara nel gennaio 2020, da allora ha collezionato tre pareggi e due vittorie contro i rossoblù. Il presidente viola è anche alle prese con la costruzione del nuovo centro sportivo a Bagno a Ripoli, il Viola Park, per un totale di 90 milioni, che avrà inaugurazione a fine anno; inoltre, col supporto fondi del Pnrr, Commisso ha in serbo un progetto di rinnovamento del Franchi pari a 95 milioni, tuttavia l'idea originale era quella di realizzare un nuovo stadio di proprietà, andando però incontro ai soliti paletti burocratici, un tema su cui preferisce essere riservato. 
 
Se fuori dal campo sembra avere qualche cosa da risolvere, sul prato verde la sua squadra ha decisamente messo il turbo. 
 
Fonte: Alessandro Mossini - Corriere di Bologna 
Ultima modifica il Venerdì, 11 Marzo 2022 08:52