Alessio Zerbin, premiato come miglior giocatore della B a gennaio Alessio Zerbin, premiato come miglior giocatore della B a gennaio Fonte immagine: Twitter ufficiale Frosinone

La Bottega dei Talenti - Alessio Zerbin

Scritto da  Mar 16, 2022

In Serie B impazza la corsa per la promozione diretta. La classifica cortissima sta rendendo il torneo cadetto incerto e appassionante e persino chi occupa la sesta o settima posizione può ancora sperare nella Serie A diretta.

Tra le squadre in zona playoff e con concrete possibilità di lottare ancora per la Serie A c’è anche il Frosinone di Fabio Grosso. La squadra ciociara ha fatto un mercato oculato ed intelligente mettendo in piedi una rosa completa, un mix di giovani ed esperti, e qualche giocatore interessante che dopo la gavetta nelle categorie minori può ambire ora al salto in A. Uno di questi è l’ala offensiva Alessio Zerbin, di proprietà del Napoli. 

Conosciamolo nella scheda de La Bottega dei Talenti. 

Alessio Zerbin nasce a Novara il 3 marzo 1999. Ha cominciato a giocare a calcio nella squadra dell’oratorio di Santa Rita, a Novara. Ancora bambino, Alessio viene notato dagli scout dell’Inter che decidono di portarlo nel settore giovanile della squadra nerazzurra. Qui Zerbin rimane fino ai 13 anni, ma da qui in poi comincia un lungo viaggio.

Dopo l’addio alla Beneamata, Zerbin passa brevemente nelle giovanili del Novara, squadra della sua città e successivamente al Gozzano, società dell’omonimo paese nella provincia piemontese.

Nella stagione 2015/16 esordisce nel Gozzano, che disputa il girone A del campionato di Serie D. In tre presenze, segna tre gol ma li fa tutti nell’ultima giornata di campionato contro il Ligorna.

Nella stagione successiva, 16/17, è un titolare inamovibile del Gozzano, ancora impegnato nel girone A di Serie D. Gioca 16 partite, segna 5 gol e serve anche un assist. Prestazioni che a 17 anni non posso passare inosservate. Su di lui piomba subito il Napoli, che lo porta nella sua squadra Primavera. Con i partenopei, tra campionato e Viareggio gioca 14 volte, 1 gol e 2 assist.

L’anno successivo è ancora nelle giovanili azzurre, dove esordisce anche Youth League. La stagione è molto positiva, in 35 presenze, tra campionato, Youth League e Coppa Italia Primavera, segna 13 reti, distribuite rispettivamente in: 8, 4 e 1 gol. A questi aggiunge anche 2 assist.

Nel 2018/19 passa in prestito alla Viterbese, in Serie C, esordisce dunque tra professionista, ma la stagione non è esaltante. Personalmente colleziona 29 presenze tra Campionato, Coppa Italia e Coppa Italia di Serie C, ma solo 2 gol e 3 assist. In compenso, è parte integrante dell’ottimo percorso dei laziali che conquistano la Coppa Italia di Serie C.

Dopo Viterbo, è ancora Serie C, questa volta col Cesena. La stagione è difficile, interrotta dal lockdown e Alessio fatica anche in Romagna. Tra campionato e coppa di categoria, colleziona appena 23 presenze, di cui solo 12 dall’inizio, segna 2 reti alla penultima giornata, prima dell’interruzione e serve 5 assist.

La svolta arriva la scorsa stagione. Il nuovo prestito, in Serie C, è alla Pro Vercelli. Alessio si esalta, gioca 36 volte tra regular season e playoff, ma è nella regular season che esplode con 5 reti e 9 assist.

L’ottima stagione a Vercelli gli vale la chiamata dalla B, dal Frosinone, una delle favorite nella corsa ai playoff. Alessio ripaga immediatamente la fiducia segnando al debutto in B. Finora la sua stagione dice 24 presenze 7 gol e 2 assist.

Con la Nazionale ha giocato solo per la rappresentativa under18, nel 2017, collezionando 4 presenze e segnando un gol e servendo un assist.

182 cm x 80 kg, Zerbin è un giocatore longilineo, ben strutturato fisicamente. È dotato di grande potenza soprattutto negli arti inferiori, grazie ai quali non produce una grande velocità sul lungo o sullo scatto, ma difende il pallone, resiste ai contrasti e dunque sovrasta di pura potenza i suoi avversari.

Destro naturale, dotato di una buona tecnica individuale, ama giocare sul settore di sinistra. Durante la carriera è stato utilizzato principalmente come esterno sinistro d’attacco, ruolo nel quale si trova perfettamente a suo agio. Tuttavia, ha ricoperto spesso anche la posizione di seconda punta, partendo però sempre dal settore di sinistra. Occasionalmente ha svolto il ruolo di esterno a tutta fascia o quello di esterno offensivo a destra.

Dotato di grande potenza negli arti inferiore, non ha particolari capacità tecniche nel dribbling, piuttosto una delle sue caratteristiche migliori è la capacità di spostare velocemente il pallone e calciare, o verso il centro, crossando o semplicemente passando la palla al compagno meglio piazzato o verso la porta. Raramente, nelle ultime due stagioni, Zerbin arrivato alla fase di rifinitura o finalizzazione ha fallito, trovando spesso assist e gol.

Il suo destro è educato e preciso, e grazie a questo è pericoloso da ogni posizione e dalla medio-lunga distanza. Una delle sue peculiarità è l’abilità innata di coordinarsi in poco tempo per trovare il modo migliore per calciare in porta o servire i compagni. 

Alessio però ha ancora molti margini di miglioramento. Si tratta di un giocatore molto limitato dalla sua capacità di utilizzare soprattutto il piede destro e raramente quello sinistro. Inoltre, è un calciatore molto discontinuo, infatti, quando perde lucidità sia durante le partite che durante la stagione le sue prestazioni subiscono un evidente crollo. Un difetto che ne mina la continuità di prestazione e fondamentale per competere ad alti livelli.

Zerbin però rappresenta un profilo interessante, al quale una squadra come il Bologna potrebbe pensare nel caso in cui il Napoli dovesse decidere di non puntare sul talento piemontese per i prossimi anni.

Ultima modifica il Venerdì, 18 Marzo 2022 18:27
Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.