Primavera, trasferta amara per il Bologna: il Cagliari si impone 2-1 Bologna FC

Primavera, trasferta amara per il Bologna: il Cagliari si impone 2-1

Scritto da  Mar 20, 2022

Trasferta ostica per il Bologna Primavera che, dopo il successo interno contro il Genoa, fa visita a un Cagliari quarto in classifica.

Luca Vigiani sceglie l'usato sicuro: in porta c'è Bagnolini, linea difensiva formata invece da Annan, Amey, Mercier e Stivanello. A centrocampo Urbanski, Wallius e Bynoe, con Paananen pronto ad agire alle spalle di Pagliuca e Raimondo. Dall'altra parte, nessun dubbio nemmeno per Alessandro Agostini: D'Aniello tra i pali, spazio a Zallu, Corsini, Iovu e Secci. A centrocampo ecco Desogus, Corsini e Cavuoti, mentre in attacco Kourfalidis, Yanken e Luvumbo.

La prima svolta della partita arriva dopo nemmeno un minuto: il Cagliari riparte sulla fascia destra, Luvumbo dribbla Bagnolini che è costretto a stenderlo: Calcio di rigore per i sardi: sulla palla va Desogus che spiazza il portiere ospite e firma l'1-0 per i padroni di casa. Avvio shock del Bologna, già costretto a rincorrere dopo pochi minuti di gioco. La squadra di Vigiani prova a imbastire qualche azione offensiva, il Cagliari si difende bene. Il primo squillo da parte degli ospiti è di Pagliuca, ma il tiro è troppo debole e finisce docile tra le braccia di D'Aniello. Poco dopo, ci prova anche Mercier di testa: impreciso. Il rigore e nient'altro nel primo quarto d'ora di gioco: i padroni di casa controllano il risultato, ci prova il Bologna ma senza grandi risultati. Tentativi anche di Kourfalidis e Paananen, ma i rispettivi tiri non impensieriscono i due portieri. Alla mezz'ora di gioco è cresciuta la squadra di Vigiani e, qualche minuto più tardi, viene premiata. Raimondo insiste sulla sinistra e mette in mezzo, Paananen si inserisce e trova la zampata vincente: ad Asseminello è 1-1. Pareggio meritato del Bologna dopo una fase convinta di pressing; il Cagliari, al contrario, si era abbassato molto negli ultimi minuti. A pochi minuti dalla fine, Pagliuca colpisce da fuori ma la palla si stampa sulla traversa, sulla stessa zione ci prova Paananen ma D'Aniello riesce a respingere. Il primo tempo si chiude dunque sul risultato di parità: gol di Desogus e Paananen.

La seconda frazione di gioco si apre subito con un tentativo dalla distanza di Urbanski, il tiro è però troppo debole. Due minuti più tardi, arriva il secondo vantaggio del Cagliari: cross dalla sinistra per Kourfalidis, che controlla a batte Bagnolini per il 2-1 a favore dei sardi. Come accaduto nel primo tempo, il Bologna prende gol a freddo ed è subito costretto a rincorrere. Gli ospiti provano ad alzare il pressing, ma i padroni di casa si difendono con ordine. Sul versante opposto, Cavuoti ha la palla del 3-1 ma strozza il tiro che termina sul fondo. Dopo dieci minuti del secondo tempo, Vigiani effettua il primo cambio: fuori Mercier, dentro Rocchi. Sostituzione anche per Agostini: fuori Yanken per Vinciguerra. Dopo la rete subita, il Bologna prova a insistere ma manca il guizzo finale. Nella prima parte del secondo tempo, i ritmi sono frammentati: la squadra di Vigiani resta a caccia del gol del pareggio, ma il Cagliari si difende bene. Doppio cambio, intanto, per i sardi: fuori Conti e Cavuoti e al posto di Carboni e Schirru. Ci prova anche Vinciguerra, ma davanti a Bagnolini spreca tutto. Fuori anche Desogus in favore di Sulis; Vigiani sostituisce Urbanski per Cupani. Il Bologna prova l'arrembaggio finale ma non riesce a concretizzare e, dopo quattro minuti di recupero, il direttore di gara decreta la fine della gara. 

Termina dunque con il risultato di 2-1 la sfida tra Cagliari e Bologna: Degosus e Kourfalidis regalano la vittoria alla squadra di Agostini, per gli ospiti non basta la rete di Paananen. Nella prossima giornata, i sardi ospiteranno l'Atalanta, mentre la squadra di Vigiani attenderà la Roma al "Galli" di Casteldebole.

 

Federico Calabrese

Classe 2000, studia presso l'Università di Bologna. Prima di entrare in 1000cuorirossoblu ha scritto per Numero-Diez, Mondoprimavera e Jzsportnews. In passato ha lavorato anche con Gazzamercato e Vocegiallorossa. Ha partecipato al Workshop di Giornalismo Sportivo, che ha visto come docenti Xavier Jacobelli e Alessandro Iori. Appassionato di calcio in tutte le sue sfumature, cerca di raccontare il lato romantico dello sport.