Il Resto del Carlino - L’elogio di De Leo ad un grande gruppo che merita futuro Damiano Fiorentini

Il Resto del Carlino - L’elogio di De Leo ad un grande gruppo che merita futuro

Scritto da  Apr 28, 2022

Tre punti da far battere forte il cuore in una di quelle notti in cui far parte della piazza di Bologna ti fa ancor di più inorgoglire. Tant’è che anche Sinisa si è commosso, nel suo messaggio a fine partita alla squadra, come riportato da De Leo ed il Resto del Carlino: “Il Mister ha vissuto la partita come un leone in gabbia e ora più che mai voleva essere in panchina. Non gli erano piaciute alcune illazioni fatte sul nostro presunto impegno che avremmo messo in campo nella partita di oggi. La prova dei fatti, però, è che ciò che abbiamo fatto con l’Inter l’avevamo già fatta contro Milan e Juve”.

Tre punti d’orgoglio di un grande gruppo da celebrare per la grande forza d’animo messa in campo fino a fine partita: “Prima che cominciasse la partita ho detto ai ragazzi che non garantivo loro che sarebbe stata una partita facile, ma che ero sicuro che anche di fronte alle difficoltà non ci saremmo negati la possibilità di reagire. In definitiva sapevamo di dover soffrire, ma sapevamo anche che la partita l'avremmo potuta rigirare”.

Dopo l’ultimo capitolo delle pause nazionali, il Bologna porta a casa il quinto risultato utile consecutivo, giocando oltretutto con tre big, di cui due si stanno contendendo lo scudetto. Questo grazie al gruppo squadra che, elogiato da De Leo, ha grandi valori tecnici e morali, sano e unito. Un gruppo che merita futuro.

Un gruppo che stavolta sarà piaciuto anche a Saputo che, anche lui presente, ha potuto vedere dal vivo la vittoria della sua squadra. “Il presidente a fine partita ci ha fatto i complimenti”, dice De Leo. Anche se, ai cronisti che all'uscita gli chiedevano “Contento presidente?" Saputo ha risposto facendo scena muta.

 

Fonte: M. Vitali - Il Resto del Carlino

Ultima modifica il Giovedì, 28 Aprile 2022 09:04
Matteo Linarello

Studio Scienze della Comunicazione, gioco a baseball da quando ero “cinno” e possiedo una fede multi-sportiva legata alla mia città: Bologna.
Mi piace lo sport in tutte le sue angolazioni: vederlo, praticarlo e raccontarlo.