Il film della partita: Roma - Bologna in 5 momenti Twitter: Bologna Fc 1909

Il film della partita: Roma - Bologna in 5 momenti

Scritto da  Mag 02, 2022

Il Bologna continua imperterrito la propria marcia e strappa un ottimo punto allo Stadio Olimpico di Roma; contro i giallorossi di Josè Mourinho finisce infatti 0-0, in una partita giocata a viso aperto da entrambe le squadre. Un pareggio che vuol dire per i rossoblu sesto risultato utile consecutivo, con i ragazzi di Mihajlovic che non perdono da oltre un mese (dalla sconfitta interna contro l’Atalanta) e si avvicinano sempre più al 10° posto, obiettivo dichiarato a inizio stagione. Ecco, dunque, Roma - Bologna in 5 momenti

LA PRIMA DI TANTE - Dopo il brivido iniziale per il presunto tocco di mano di Medel, sventato dall’intervento del Var, il Bologna si piazza bene in campo e non concede quasi nulla agli attaccanti della Roma. La prima grande occasione per i giallorossi arriva infatti al 28° minuto, quando Maitland-Niles è bravo a pescare a centro area Zaniolo, che in velocità controlla e calcia verso la porta trovando però l’ottima risposta di Skorupski, assoluto protagonista della partita. E, infatti, questo è solo il primo di tanti interventi che consentiranno al portiere polacco di terminare la partita come migliore in campo. 

LUKASZ L’ARTIFICIERE - Il Bologna difende e cerca anche di rendersi pericoloso sopratutto con Orsolini e Arnautovic. La Roma però sa sempre come fare male e al 39° minuto Carles Perez prova l’azione in solitaria, prima liberandosi con una bella finta di corpo e poi scagliando un bolide dai 25 metri; ancora una volta, Skorupski ci mette le manone evitando il vantaggio giallorosso, aiutato anche dalla puntuale chiusura di Soumaoro sulla respinta. Parata non facile soprattutto per la grande potenza del tiro di Perez, ma a Skorupski quest’anno sembra venire tutto più facile. 

UN LAMPO SUL FINALE - Il Bologna, come detto, ci prova soprattutto con le incursioni di Riccardo Orsolini, a caccia di un goal che manca ormai da oltre tre mesi. Il numero 7 rossoblu ha una grande occasione al tramonto del primo tempo, quando, imbucato alla grande da Nico Dominguez, si ritrova praticamente a tu per tu con Rui Patricio, che però esce a valanga chiudendo lo specchio della porta al fantasista marchigiano. Tanta buona volontà da parte di Orsolini, a cui però manca ancora qualcosa per tornare sui suoi livelli. 

SAN LUKASZ - Dopo una serie di ottimi interventi nel primo tempo, al 67° minuto, arriva il miracolo di Skorupski: calcio d’angolo dalla destra battuto da Pellegrini, Ibanez e Bonifazi vanno a vuoto e la palla arriva precisa sulla testa di Kumbulla, che è anche bravo a girarla sul secondo palo. Con un riflesso pazzesco, però, Skorupski chiude ancora una volta la porta e salva il risultato, grazie a quella che senza dubbi è una delle parate più belle di tutta la sua straordinaria stagione. 

BRIVIDI FINALI - La partita continua con la Roma che ci prova senza però riuscire a creare grossi pericoli dalle parti di Skorupski. Dal 90° minuto in poi, però, la partita diventa solo per cuori forti: prima il Bologna ha una doppia occasione con De Silvestri e Arnautovic, poi Pellegrini sfiora l’eurogoal con un tiro al volo da fuori; sul ribaltamento, infine, Aebischer lancia nello spazio Barrow, che si ritrova da solo davanti a Rui Patricio: il gambiano alza troppo la conclusione con la palla che centra in pieno la traversa, ma neanche il tempo di maledire la sfortuna per l’ennesimo legno colpito che il guardalinee fischia fuorigioco. È l’ultimo squillo di una partita vivace e divertente nonostante il risultato, che sancisce la fine della corsa Champions per i giallorossi e un’ennesima conferma per i rossoblu, che stanno dimostrando, purtroppo ormai tardi, tutto il loro potenziale.