Il Resto del Carlino - Skorupski: un finale di stagione da protagonista crediti immagine: Damiano Fiorentini per 1000 cuori rossoblu

Il Resto del Carlino - Skorupski: un finale di stagione da protagonista

Scritto da  Mag 03, 2022

Tra i migliori di questo finale di campionato vi è sicuramente Lukasz Skorupski. Il portiere polacco si sta rendendo protagonista di alcuni interventi decisivi in queste partite, non ultime le tre importantissime parate effettuate domenica sera su Carles Perez, Zaniolo e soprattutto Kumbulla.

Se il Bologna non perde dal 20 marzo e se ha raccolto 10 punti nelle ultime sei partite, sfidando avversati del calibro di Roma, Inter, Juventus e Milan, è anche merito di Skorupski. 
Non solo. Il Bologna in questo campionato è riuscito a non prendere gol per ben 12 partite, e Skorupski è stato assoluto protagonista. Meglio del polacco hanno fatto solo Maignan (con 15 clean sheet), Rui Patricio e Handanovic (14 clean sheet).
Il numero 28 rossoblù è anche secondo per numero di parate effettuate (116), superato solo dal Vicario.

Una grande mano a Skorupski la sta dando sicuramente Marko Arnautovic. Grazie al gioco dell'austriaco, il portiere del Bologna può limitare il gioco con i piedi e la costruzione del basso, prediligendo i lanci lunghi.
Skorupski ha saputo anche affinare la sua grande abilità tra i pali, che lo aveva sempre contraddistinto. E anche nelle uscite, dove spesso appariva incerto, adesso si mostra sicuro e affidabile.
Il polacco ora è in attesa di rinnovare il suo contratto, in scadenza nel 2023.

Chi ha ben figurato con la Roma è stato anche Denso Kasius. Il terzino olandese ha giocato la sua prima partita da titolare proprio domenica sera. 
Evidentemente, il ragazzo ha ancora tanto da migliorare ma ha mostrato un'ottima corsa e soprattutto una grande personalità. Il tempo per affinare le sue qualità non gli mancherà.
L'olandese ha anche spazzato via alcuni dubbi che aleggiavano sulle sue qualità tecniche, dal momento che per diversi mesi è stato impiegato poco o niente. 

Proprio le fasce saranno oggetto di discussione per la dirigenza in chiave mercato estivo. De Silvestri è uno dei leader del gruppo ma ha comunque 34 anni; Dijks è di nuovo fermo ai box e tra un anno andrà in scadenza di contratto, mentre Hickey è seguito da tante squadre (proprio come Svanberg).

Altri ottimi segnali, domenica sera, sono arrivati poi da Kevin Bonifazi e Nicolas Dominguez. Il difensore ha saputo dare prova di essere affidabile, seppur assumendosi qualche rischio.
Per quando riguarda, invece, l'argentino, il Bologna intende puntare ancora tanto su di lui. Dominguez ha ancora 3 anni di contratto, e tra pochi mesi andrà a giocare il Mondiale con la sua nazionale, motivo per cui il Bologna potrebbe sfruttare queste situazioni per alzare ancora di più il prezzo del cartellino.
Dominguez ha anche dimostrato di essere un calciatore molto duttile: nella prima parte di stagione ha ben figurato nel ruolo di costruttore di gioco (dal momento che Schouten era fuori per infortunio), mentre domenica sera ha giocato nel ruolo di mezzala, e anche lì ha saputo fare una grande prova.

A chi verrà rinnovato il contratto è sicuramene Gary Medel, leader assoluto della difesa che in questo campionato ha saputo fermare avversari di grande calibro. La situazione legata al suo contratto potrebbe sbloccarsi a metà mese, ma non prima di aver deciso chi sarà il nuovo direttore sportivo del Bologna. In questo senso, la scelta spetta a Saputo, che tra poche settimane dovrebbe fare ritorno sotto le due torri.

(Fonte: Il Resto del Carlino - Marcello Giordano)

 

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.