The Duel - Schouten vs Maxime Lopez crediti immagine: Damiano Fiorentini per 1000 cuori rossoblu

The Duel - Schouten vs Maxime Lopez

Scritto da  Mag 11, 2022

Siamo ormai entrati negli atti finali di questa stagione.
Mancano solo 180 minuti al termine del campionato. Un campionato che ancora deve vedere scritti diversi verdetti: scudetto, lotta per l’Europa e lotta salvezza.
Domenica al Dall’Ara si troveranno di fronte due squadre, Bologna e Sassuolo, che non hanno più molto da chiedere a questo campionato. Entrambe vogliono concludere l’annata nel miglior modo possibile, soprattutto il Bologna, che viene da un’amara sconfitta in terra lagunare (condita da un errore madornale di Marinelli), e che all’ultima gara davanti ai suoi tifosi vuole portare a casa i tre punti. Dall’altra parte, il Sassuolo non vince da un mese, e nelle ultime quattro partite ha totalizzato solo un punto. E’ facile, quindi, pensare che la squadra di Dionisi abbia l’obiettivo di raggiungere quota 50.

Bologna e Sassuolo vedrà anche confrontarsi due ottimi centrocampisti, quali Jerdy Schouten da una parte e Maxime Lopez dall’altra.

Schouten ha mostrato di sapersela cavare egregiamente sia in un centrocampo a due sia a cinque, mentre Maxime Lopez ad oggi gioca nel centrocampo a due di Dionisi ma può giocare anche a tre.
La loro posizione privilegiata è davanti alla difesa, anche se Maxime Lopez può essere schierato anche come mezzala o esterno.
In questa stagione, Lopez ha fatto registrare il doppio delle presenze di Schouten, ma solo perché l’olandese è stato costretto a saltare quasi tutto il girone di andata per via di un infortunio. Entrambi sono punti fermi per i loro allenatori.

Tutti e due prediligono la fase difensiva rispetto a quella offensiva, specialmente il centrocampista rossoblù. Schouten è considerato il ‘cervello’ del centrocampo del Bologna, e ha una grande abilità nel pulire e recuperare i palloni. Maxime Lopez è abile, invece, nell’impostare il gioco sfruttando la sua corsa. Entrambi sono dotati di due piedi particolarmente educati. Ciò nonostante, non sono due centrocampisti avvezzi al gol: Schouten nella sua carriera ne ha segnati solo 7, Maxime Lopez 8. Anche se va detto che l’olandese del Bologna possiede un ottimo tiro dalla distanza.

A differenza del centrocampista neroverde, l’olandese sfrutta la sua elevata statura nel gioco aereo e vanta una media di duelli aerei vinti a partita che si aggira sull’1.8, contro la media di 0.2 di Lopez (dati Whoscored).

A livello di precisione nei passaggi, Maxime Lopez ha media più alta che si aggira attorno al 91%, contro la media di precisione dell’84.9% di Schouten (dati Whoscored).
Entrambi sono particolarmente abili nelle intercettazioni e nelle respinte.

Tutti e due sanno sfruttare la loro buona capacità nel dribbling.
Il francese, poi, è solito andare spesso a contrasto e questo gli riesce piuttosto bene, vanta infatti una media di 2.1 contrasti vinti a partita, contro la media di 1.5 dell'olandese (dati Whoscored).

Ciò che pesa parecchio nel tabellino di Maxime Lopez sono i 13 cartellini gialli rimediati nel corso della stagione.

Sono comunque due centrocampisti che hanno ancora diversi margini di miglioramento.
Entrambi classe ’97, nel corso di questi anni in Italia sono cresciuti tantissimo.
La crescita di Schouten, soprattutto nell’ultimo periodo, è sotto gli occhi di tutti, e Bologna vuole continuare a godersi il suo gioiellino olandese.

La partita di domenica, anche se non decisivia per il campionato, vedrà comunque confrontarsi due squadre giovani e che vogliono regalare ai rispettivi tifosi ancora 180 di bel calcio.

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.