Il Corriere di Bologna - Savoldi: ''Al Bologna serve migliorare la rosa. Mihajlovic ha fatto un buon lavoro'' crediti immagine: forzazzurri.net

Il Corriere di Bologna - Savoldi: ''Al Bologna serve migliorare la rosa. Mihajlovic ha fatto un buon lavoro''

Scritto da  Mag 26, 2022

Beppe Savoldi, storico attaccante rossoblù, ha rilasciato un'intervista alle colonne odierne de Il Corriere di Bologna.

''La permanenza di Mihajlovic? Secondo me, Sinisa ha compiuto un buon lavoro, ha fatto ciò che doveva fare con la rosa a disposizione. Nel corso della stagione ha anche optato per un cambio di modulo, dal momento che la squadra subiva troppe reti, ed è stato un valore aggiunto questo, oltre all'atteggiamento.
Quando Mihajlovic è mancato, il Bologna ha fatto ottimi risultati e ciò significa che la squadra ha la testa sulle spalle, anche se l'allenatore non è lì fisicamente. La battaglia di Sinisa ha spronato il gruppo ad ottenere risultati importanti, anche con squadre forti.
L'arrivo di
Sartori? Ha grande esperienza e tanta qualità, sia nell'intavolare delle trattative sia nello scoprire dei talenti. Saprà sicuramente cosa fare per migliorare la squadra, sarà il valore aggiunto del club. All'Atalanta, al suo arrivo, c'era già una base solida, poiché il settore giovanile nerazzurro è uno dei migliori in Italia, e Sartori lo ha fatto crescere ancora di più. L'Atalanta possiede alcuni giocatori che potrebbero benissimo formare due buone squadre di Serie A. Sartori ha anche venduto alcuni giocatori del vivaio a un prezzo alto, proprio perché voleva reinvestire i soldi per avere calciatori nazionali e già formati. Ecco, credo che a Bologna debba fare lo stesso.
Cosa manca al Bologna per il salto di qualità? Mihajlovic e la squadra hanno fatto cose positive, quindi occorre migliorare la rosa rendendola completa, e se necessario spendere un po' di più. Per andare in Europa o raggiungere la parte sinistra della classifica serve qualità nella rosa. Guardiamo la Fiorentina: a gennaio ha venduto Vlahovic, e nonostante ciò ha fatto lo stesso il salto di qualità.
Arnautovic? Sono sorpreso del suo rendimento, pensavo fosse una scommessa ma in realtà ha dimostrato tanta qualità. E' a tutti gli effetti un grande numero nove: ha una grande fisicità, è tecnico, sa tenere su la squadra ed è abile sia con i piedi sia nei colpi di testa. Ha fatto 14 gol in campionato, in una squadra arrivata tredicesima, non è una cosa così facile. Se il Bologna vuole crescere non si deve privare di lui.
Chi, invece, non ha soddisfatto le mie aspettative è stato Barrow: credevo potesse fare meglio, visto il rendimento che aveva all'Atalanta''.

(Fonte: Il Corriere di Bologna - Alessandro Mossini)

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.