Il Resto Del Carlino - Sartori pronto al via. Ecco la sua squadra Atalanta B.C. Twitter

Il Resto Del Carlino - Sartori pronto al via. Ecco la sua squadra

Scritto da  Mag 30, 2022

Sartori non vede l’ora di mettersi all’opera per il Bologna. Dopo aver salutato la Dea sabato si attende solo l’ufficializzazione che potrebbe arrivare oggi. La presentazione ufficiale invece dovrebbe esserci tra un paio di giorni.

Il diesse porterà con sé una squadra di 7-8 osservatori più i suoi due fedelissimi: Giovanni Botteghi e Fausti Vinti. Botteghi, classe ’55, ha conosciuto Sartori quando indossavano entrambi la maglia dell’Arezzo. Ha smesso molto presto di giocare e ha intrapreso subito la carriera di direttore sportivo. C’era la sua mano sulla storica promozione della Spal nella stagione 91-92 con Gigi Fabbri in panchina e Michele Paramatti in campo. Ha lavorato per Juventus e Udinese prima di arrivare alla corte di Sartori. Fausto Vinti è il fratello di Graziano, che dal 2011 al 2014 sotto le Due Torri ci ha lavorato con Pioli come allenatore dei portieri.

Non tornerà invece Gabriele Zamagna. Troppo importante per il settore giovanile dell’Atalanta per poterselo lasciar scappare. Lui fu allenatore del settore giovanile del Bologna per quasi dieci anni dal 1993 fino al 2002 prima di diventare un dirigente. Sartori non vede l’ora di iniziare e di insediarsi pronto ai primi colpi di mercato per la sua nuova squadra.

Intanto Marko Arnautovic si è unito alla sua nazionale per preparare le partite di Nations League. Su sé ha gli occhi di Milan, Napoli, Roma e Juventus, ma la linea della società è quella di tenerselo stretto. Pronto a difendere i suoi colori contro Croazia, Danimarca e Francia ieri ha parlato di lui il nuovo allenatore Ralf Ragnick dicendo che Marko sembra molto più in forma rispetto al passato ma deve sbrigarsi se vuole vincere qualcosa.

Anche Kasius prende parte al ritiro della sua nazionale con l’under 21 dell’Olanda. Inserito ufficialmete tra i convocati per i prossimi impegni.

Fonte - Il Resto Del Carlino, Massimo Vitali

Ultima modifica il Lunedì, 30 Maggio 2022 09:01