Arthur Theate Arthur Theate Fonte immagine: Damiano Fiorentini / 1000cuorirossoblu.it

Calciomercato Bologna - Il Rennes su Theate: l’offerta, la concorrenza, il mercato rossoblù

Scritto da  Lug 26, 2022

Un nuovo scenario si è improvvisamente affasciato in casa Bologna, ed è quello dell’addio di Arthur Theate. Nella serata di domenica il Bologna ha ricevuto dal Rennes un’offerta da 18 milioni compresi di bonus (parte fissa e bonus variano leggermente da indiscrezione a indiscrezione 13+5 o 15+3, dettagli) che ha rimandato al mittente con la speranza di dover valutare l’eventuale cessione del belga a fronte di un’offerta più corposa.

EFFETTO ASTA. I rossoblù sono stati chiari non a 18 milioni compresi di bonus: si parte da una valutazione di circa 20 milioni più bonus. Una valutazione che il Bologna ritiene congrua coi valori che circolano per i difensori. Difensori come Theate, ovvero mancini, ce ne sono pochi in giro. Per questo su di lui parrebbe aver messo gli occhi anche il Leicester e gli uomini mercato del Bologna, forti anche di questo interessamento reso noto alla dirigenza felsinea, hanno rispedito l’offerta del Rennes al mittente. L’auspicio di Sartori e compagni è che le due squadra si scontrino su Theate creando un effetto asta che porti la valutazione a 20 di base fissa più bonus. D’altronde, il Leicester è una squadra di Premier League dunque con grandi possibilità sul mercato, mentre il Rennes ha appena venduto il gioiellino Tel al Bayern per quasi 30 milioni di euro, compresi i bonus.

NELLA TESTA DI ARTHUR. I dirigenti rossoblù hanno parlato della situazione col diretto interessato al rientro dall’impegno amichevole con l’AZ. Il calciatore si è mostrato interessato dall’offerta del Rennes che lo vedrebbe andare a percepire 1,6 milioni di euro a stagione e la possibilità di giocare fin da subito in Europa League. Prospettive che hanno fatto un po’ cedere Theate, che ha chiesto al Bologna di essere ceduto in caso di accordo vantaggioso per tutti. Tuttavia, il belga non forzerà comunque la mano e rimarrebbe ovviamente di buon grado a Bologna, dove, in vista del Mondiale, avrebbe la sicurezza del posto da titolare che potrebbe portarlo direttamente al Mondiale in Qatar.

DIFFICOLTÀ. L’offerta del Rennes ha aperto nuovi scenari di mercato. Il Bologna era ed è concentrato oggi sulla ricerca di un difensore in grado di non far rimpiangere il Pitbull Medel ora e nel futuro. La scelta di Sartori e Di Vaio è sarebbe ricaduta su Perr Schuurs (qui la sua scheda), per cui i rossoblù hanno anche già formulato un’offerta in prestito con opzione di riscatto per un totale che si aggira tra gli 8 e i 10 milioni. Il giocatore però in questo momento vorrebbe attendere, perché su di lui ci sarebbe forte anche la Fiorentina in caso di cessione di Milenkovic. Proprio per questo motivo i rossoblù sono preoccupati: trovare un centrale a buon prezzo che possa dare garanzie tecniche e tattiche è difficile, ancor di più se, come Theate, questo dovrebbe essere mancino o abile a giocare sul piede mancino. Sartori è consapevole che la cessione di Theate potrebbe diventare inevitabile e quindi tiene aperte le piste che porta a Jhon Lucumì che il Genk valuta 9 milioni, Formose Mendy dell’Amiens e Malick Thiaw dello Schalke.

 

Fonte: Marcello Giordano, Il Resto del Carlino - Marco Vigarani, Corriere di Bologna 

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.