Stampa questa pagina
Andrea Cambiaso e Lollo De Silvestri Andrea Cambiaso e Lollo De Silvestri Bologna Fc 1909

Stadio -Coppa Italia: ancora alcuni dubbi sulla formazione rossoblù che affronterà il Cosenza

Scritto da  Ago 07, 2022

A poco più di 24 ore dal debutto al Dall'Ara, quando il Bologna affronterà, per i trentaduesimi di finale di Coppa Italia, il Cosenza, ci sono ancora alcuni dubbi di formazione, legati alla corsia di sinistra e alla costruzione del modulo di attacco, dove non potrebbe trovare spazio Roberto Soriano

Sulla sinistra il ballottaggio fra Charalampos Lykogiannis e Andrea Cambiaso è l'unico dubbio in difesa, visto che gli uomini della retroguardia sono contati: Adama Soumaoro, Gary Medel e Kevin Bonifazi saranno la cerniera davanti a Lukas Skorupski. A centrocampo, assente Ferguson per motivi di squalifica comminatagli la scorsa stagione e ancora da scontare, è prevedibile che Sinisa Mihajlovic schieri la coppia più rodata e cioè quella composta da Jerdy Schouten e Nicolas Dominguez. Sulla fascia destra preferito  Lorenzo De Silvestri a Denso Kasius (anche se l'olandese avrà sicuramente una chance nella ripresa), mentre sulla sinistra rimane forte il dubbio: il greco ha, al momento, più gamba e garantisce maggiore fisicità rispetto a Cambiaso (che ha un paio di settimane di ritardo nella preparazione), ma sarà la sgambatura odierna a fornire le risposte attese per domani. Davanti il dubbio sta nel modulo: con il 3 4 3, si gioca con Musa Barrow e Riccardo Orsolini ai lati di Marko Arnautovic, con il 3 4 2 1, Roberto Soriano affiancherebbe Musa Barrow dietro a Marko Arnautovic. Nel primo caso la formazione è più sbilanciata (e col Cosenza è assolutamente condivisibile), mentre nel secondo caso, il dare spazio a Soriano vorrebbe dire essere un attimo più coperti. 

Infine Sinisa, ieri, ha diretto gli allenamenti: non dal campo, ma era a a Casteldebole e ha voluto dare diverse segnalazioni sul modulo, stimolando i suoi giocatori a dare il massimo, cosa che si aspetta soprattutto domani sera. Ieri sono stati provati anche i calci di punizione, proprio per valorizzare tutte le opportunità che dal campo arriveranno agli avanti del Bologna.

(Fonte Giorgio Bureddu - Stadio)

 

Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"