Il Resto del Carlino - Capitan Soriano, un anno senza gol credits: Bologna FC

Il Resto del Carlino - Capitan Soriano, un anno senza gol

Scritto da  Ago 11, 2022

Martedì Roberto Soriano compirà gli anni, ma ci sarà davvero poco da festeggiare a livello personale, dato che il capitano del Bologna è a secco di reti dal 16 agosto 2021, quando andò a segno in Bologna-Ternana 4-5. Un vuoto incredibile, soprattutto se si pensa che Soriano era reduce da 9 gol e 7 assist ed era andato ad un passo dalla convocazione agli Europei. Dopo la rete alla Ternana, però, la musica è cambiata: cambi di modulo, sfortuna e poca sicurezza sono state le cause determinanti del suo digiuno. E' andata un po' meglio con gli assist, quattro, ma è comunque poco guardando cosa aveva fatto in passato, soprattutto perché Soriano ci mette sempre anima e corpo.

Per questo Mihajlovic gli ha consegnato la fascia da capitano, lui e il centrocampista sono alla settima stagione insieme, si conoscono bene e il serbo si fida di lui, tant'è che con il Cosenza lo ha schierato al fianco di Sansone dopo aver provato per un'intera settimana Barrow e Orsolini. Nonostante la vittoria, però, Soriano è sembrato comunque un po' appesantito, anche su piano atletico. Sicuramente con l'arrivo di Arnautovic ha perso un po' di libertà in mezzo al campo, ma basta questo per giustificare tale crisi? Il capitano vuole restare, anche a costo di dimezzarsi l'ingaggio, la società ha rimandato ogni discorso di rinnovo a marzo. Intanto, al suo fianco c'è la compagna storica Martina, a cui ha messo un anello al braccio: basterà come terapia per un capitano alla ricerca della sua miglior versione?

Fonte: Il Resto del Carlino - Massimo Vitali

Federico Calabrese

Classe 2000, studia presso l'Università di Bologna. Prima di entrare in 1000cuorirossoblu ha scritto per Numero-Diez, Mondoprimavera e Jzsportnews. In passato ha lavorato anche con Gazzamercato e Vocegiallorossa. Ha partecipato al Workshop di Giornalismo Sportivo, che ha visto come docenti Xavier Jacobelli e Alessandro Iori. Appassionato di calcio in tutte le sue sfumature, cerca di raccontare il lato romantico dello sport.