Maurizio Sarri Maurizio Sarri Fonte immagine: Twitter ufficiale Lazio

L’altro spogliatoio: il campionato del Bologna riparte dalla Lazio di Sarri

Scritto da  Ago 14, 2022

Parte da Roma la Serie 2022/23 del Bologna. E lo fa di fronte ad un Olimpico che sarà di biancoceleste. Ad attendere il Bologna nell’impianto capitolino ci sarà la Lazio di Maurizio Sarri, alla seconda stagione sulla panchina del club di Claudio Lotito, pronto a dare un nuovo impulso al progetto Lazio.

PROGETTO. La scorsa stagione la Lazio ha cominci un percorso il tecnico toscano, che in pochi anni avrebbe dovuto mandare la squadra romana in Champions League. Traguardo che la squadra di Sarri ha dovuto rinviare a questa stagione trovando resistenze nel cambio di filosofia di gioco e modulo tattico della squadra. Così per continuare a battere l’idea di un 4-3-3 che giochi le partite dominandole dal punto di vista del possesso del pallone, Sarri ha chiesto un rinnovamento della difesa. Sono così arrivato ben 3 nuovi difensori centrali, con investimenti anche importanti su giocatori giovani com Casale o occasioni low cost come Alessio Romagnoli.

LINEE TATTICHE. Mister Sarri continuerà sulle sue linee guida. I biancocelesti vorranno certamente imporre il proprio ritmo alla partita cercando di consolidare il possesso palla difensivo e avanzare gradualmente grazie all'aiuto del regista davanti alla difesa. Il ritmo del possesso cambierà nel momento in cui la squadra biancoceleste si avvicinerà al trequarti, cercando verticalizzazioni sulla punta centrale, oppure cercando di creare superiorità numerica sulle fasce grazie all'uno contro uno degli esterni o con le sovrapposizioni dei terzini. L'altra arma a cui dovrà stare attento il Bologna sono gli inserimenti dei centrocampisti, in particolare delle mezzali con spiccate doti offensive.

Ultima modifica il Domenica, 14 Agosto 2022 16:44
Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.