Stadio - Zirkzee: "Ho imparato da Lewandowski, mi ispiro a Toni e Totti" Twitter: Bayern & Germany

Stadio - Zirkzee: "Ho imparato da Lewandowski, mi ispiro a Toni e Totti"

Scritto da  Ago 26, 2022

Da meteora a nuova speranza per il Bologna. Joshua Zirkzee è pronto a tornare in Italia per giocarsi le sue carte; ne aveva avuto l’opportunità già nella stagione 2020-2021 con la maglia del Parma, ma un infortunio al legamento collaterale lo costrinse ai box permettendogli di giocare solamente 4 partite. “Parma è stata come una calda famiglia. È stata una bella esperienza”, dice l’attaccante olandese cresciuto nelle giovanili del Bayern Monaco, dove ha messo in mostra numeri e qualità molto interessanti. 

Punta centrale di 193 cm per 84 kg, il punto forte di Zirkzee è ovviamente il colpo di testa e il gioco aereo, ma anche la protezione del pallone. La velocità e la fluidità di movimenti hanno già portato alcuni a paragonarlo a Romelu Lukaku, complici anche le ottime annate di entrambi con la maglia dell’Anderlecht. La carriera di Zirkzee inizia però in Olanda con le giovanili del Den Haag, prima di passare al Feyenoord. Nel 2017 poi è il Bayern Monaco ad accaparrarsi il ragazzo ricercato da mezza Europa, e l’inizio è anche molto promettente: tripletta con la seconda squadra dei bavaresi e goal all’esordio in Bundesliga dopo solo 60 secondi in campo. Ne arriveranno altri 3 durante quella stagione: “Mio padre era allo stadio quando ho segnato contro il Wolfsburg. Dopo la partita ci siamo incontrati e l’ho abbracciato a lungo. Lo ricordo chiaramente. È stato un momento speciale. Ma non abbiamo festeggiato. Sono andato a casa e mi sono addormentato, ero così stanco”. La fortuna di giocare in squadre come il Bayern Monaco, poi, è anche quella di potersi confrontare e imparare da alcuni dei più grandi giocatori al mondo, come Robert Lewandowski: “Ho imparato tantissimo da Lewandowski”, ha raccontato il neo attaccante rossoblu, “ho sempre guardato con grande attenzione i suoi tocchi, le sue mosse e ho sempre cercato di adattarle al mio stile”. 

Dopo il Bayern arriva l’esperienza con il Parma, e proprio al Dall’Ara contro i rossoblu Zirkzee esordisce in Serie A, in una gara che vide trionfare per 3-0 gli uomini di Mihajlovic. Poi l’infortunio e infine l’Anderlecht, dove l’anno scorso ha segnato 15 goal in 32 partite. La sua speranza, come continuava a ripete, era quella di tornare al Bayern Monaco e di diventarne un giocatore importante; la storia è andata diversamente e ora Zirkzee, che racconta di ispirarsi a Totti e Toni, è pronto a questa seconda avventura in Italia.