Stefan Posch Stefan Posch Fonte immagine: Twitter ufficiale Hoffenheim

Stadio - Bologna, dall’Hoffenheim arriva il difensore austriaco Posch. Mercato in entrata chiuso, salvo sorprese

Scritto da  Ago 31, 2022

Il Bologna chiude il mercato. Nella tarda serata di ieri sera è arrivata la notizia: il 25enne, austriaco, dell’Hoffenheim, Stefan Posch diventerà presto un nuovo giocatore del Bologna. Un affare lampo per un giocatore che completerà il reparto difensivo di Sinisa Mihajlovic, che aveva chiesto con forza alla dirigenza di consegnargli un altro difensore, per avere un ricambio per ciascun elemento della linea a tre. Stefan sarà in città oggi per svolgere le visite mediche all’Isokinetic e firmare il contratto che ne sancirà il passaggio in rossoblù

IDENTIKIT. Posch, classe 1997, arriva dall’Hoffenheim con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 5 milioni. Posch è arrivato in Germania nel 2015, a soli 18 anni, lasciando l’Austria e la seconda squadra dell’Admira Wacker, per cominciare la nuova avventura nella città della piccola cittadina tedesca. Prima dell’Admira, Posch aveva svolto parte del suo percorso giovanile nella squadra dello Sturm Graz. Il difensore austriaco è un profilo di caratura internazionale: infatti, negli ultimi anni, si è guadagnato un posto nelle fila dell’Austria, raccogliendo 16 presenze e una rete. In precedenza, aveva giocato con quasi tutte le rappresentative giovanili della Nazionale austriaca fin dall’under 16. Con l’Admira ha debuttato nella stagione 18/19 anche il Champions League, giocando due partite del girone.

MERCATO IN USCITA. Se il mercato in entrata, con l’arrivo di Posch, sembra essere chiuso a meno che non ci siano sorprese dell’ultima ora, in uscita rimangano due esuberi da piazzare. Il primo è quello che risponde al nome di Ibrahima Mbaye, il difensore senegalese poteva finire al Verona, in cambio del difensore Giangiacomo Magnani, ma con l’arrivo di Posch questa trattativa non s’ha da fare, visto che la retroguardia di Mihajlovic è ora al completo. Per Mbaye si cerca la soluzione migliore, che potrebbe essere rappresentata da un trasferimento all’estero, con una squadra belga al momento interessata, ma sarà fondamentale l’apertura dello stesso Mbaye che è a Bologna dal 2015 e non vorrebbe lasciare la città, o comunque rimanere abbastanza vicino. Oltre a lui, con le valigie in mano, c’è Mitchell Dijks. All’olandese non basterà il reintegro in gruppo per rimanere e giocarsi il posto. La sua corsia è ora piena con gli inserimenti di Lykogiannis e Cambiaso e per il trattore olandese l’opzione migliore è l’addio, ma al momento non ha offerte di livello. Rimarranno in rossoblù, invece, Barrow, Orsolini e Vignato. Per il primo il Bologna aveva fissato un eventuale prezzo del cartellino a 15 milioni, cifra minima per non andare in perdita sull’acquisto da 19 milioni di appena un anno fa, per Orsolini i rossoblù hanno respinto le avances dell’Espanyol, mentre Vignato ha recuperato posizioni nelle ultime settimane, quando ormai il nuovo 3-5-2 di Miha sembrava averlo condotto alla cessione.

 

Fonte: Giorgio Burreddu, Stadio

Ultima modifica il Mercoledì, 31 Agosto 2022 09:40
Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.