L'uomo della partita - Jhon Lucumì credits: Bologna FC

L'uomo della partita - Jhon Lucumì

Scritto da  Set 02, 2022

Continua il digiuno di vittorie del Bologna che, nella quarta giornata di campionato, non va oltre l'1-1 nella sfida del Renato Dall'Ara contro la Salernitana di Davide Nicola. Una prova dai due volti, quella offerta dai ragazzi di Sinisa Mihajlovic: spreconi e poco concreti nel primo tempo, nella seconda frazione di gioco la musica cambia anche grazie ai cambi oculati del tecnico serbo, che mette in campo tutta l'esperienza possibile per provare a far male alla squadra campana. Alla fine è il solito Marko Arnautovic a trovare la rete e, come accade da qualche settimana, è lui a rendersi pericoloso. 

La prova più importante, però, la offre Jhon Lucumì: il nuovo acquisto del Bologna si sta rivelando fondamentale nei meccanismi del reparto arretrato rossoblù: nonostante gli assalti dell'attacco della Salernitana, l'ex difensore del Genk ha risposto presente dopo l'ottimo debutto fornito a San Siro contro il Milan. Nella difesa a tre si sente a proprio agio ed è il partner perfetto di Soumaoro e Medel; fisico, veloce e intelligente, quasi sempre ha anticipato gli avversari in maniera pulita, senza particolari sbavature. Un acquisto passato un po' in secondo piano ma che si sta rivelando importante per la solidità della difesa di Mihajlovic.

L'uomo della partita: Jhon Lucumì

Federico Calabrese

Classe 2000, studia presso l'Università di Bologna. Prima di entrare in 1000cuorirossoblu ha scritto per Numero-Diez, Mondoprimavera e Jzsportnews. In passato ha lavorato anche con Gazzamercato e Vocegiallorossa. Ha partecipato al Workshop di Giornalismo Sportivo, che ha visto come docenti Xavier Jacobelli e Alessandro Iori. Appassionato di calcio in tutte le sue sfumature, cerca di raccontare il lato romantico dello sport.