Il Bologna tira fuori gli attributi, vittoria per 2-1 contro la Fiorentina crediti immagine: bolognafc.it

Il Bologna tira fuori gli attributi, vittoria per 2-1 contro la Fiorentina

Scritto da  Set 11, 2022

Dopo una settimana a dir poco travagliata, culminata con l’esonero di Siniša Mihajlović, il Bologna - guidato dal tecnico della Primavera Luca Vigiani - affronta la Fiorentina sotto l’occhio vigile del nuovo allenatore rossoblù Thiago Motta che seguirà la partita dalla tribuna. Vigiani, orfano di Soumaoro, Dominguez e Sansone si schiera con un 3-4-1-2: Skorupski in porta, linea a tre con l’esordiente Posch, Medel e Lucumi, a centrocampo Kasius, Aebischer, Schouten e Cambiaso, là davanti Soriano ad ispirare Arnautović e Barrow. La Fiorentina, reduce dall’impegno in Conference League, risponde con il solito 4-3-3 di Italiano: Terracciano in porta, Dodo, Martinez Quarta, Igor (che sostituisce l’infortunato Milenkovic) e Biraghi in difesa, Bonaventura, Amrabat e Barak in mezzo, in attacco Kouamé e Sottil ai lati di Jovic. Al 3’ prima occasione per il Bologna con Kasius che ruba palla ad Igor sulla destra, palla in mezzo per Arnautovic che lascia a Soriano, il suo tiro è murato però. Primo quarto d’ora di studio per le due squadre che non riescono ad impostare azioni pericolose. Al 18’ brutta palla persa da Aebischer che inciampa sul pallone, la Fiorentina recupera il pallone e arriva al tiro con Bonaventura, palla alta. Al 23’ occasione per la Fiorentina: Biraghi serve un gran pallone per Martinez Quarta che gira bene il pallone di testa, Skorupski alza con la mano di richiamo sopra la traversa. Al 35’ risponde il Bologna: Arnautovic servito benissimo da Soriano si invola inseguito dalla difesa viola, Terracciano esce di piede e ruba regolarmente il pallone all’austriaco che si dispera per la grande occasione sciupata. Primo tempo non brillantissimo per entrambe le squadre, le difese hanno lavorato bene e rischiato poco. 

Al 49’ grandissima giocata di Kouamé che si infila in area di rigore, salta due avversari, ma il suo tiro viene murato all’ultimo dalla difesa del Bologna. Al 53’ il pressing della Fiorentina viene premiato: invenzione di Saponara che controlla un pallone spiovente da calcio d’angolo, mette in mezzo un rasoterra apparentemente innocuo sul quale arriva in scivolata Martinez-Quarta portando in avanti i suoi. Difesa del Bologna che in questa situazione è stata troppo passiva. Primo gol in campionato per l’argentino e primo gol in trasferta in stagione della Fiorentina. Il Bologna non si scompone però e da una giocata di Arnautovic nasce il pareggio del Bologna: l’austriaco lancia Barrow senza guardare, Igor cicca l’intervento e il numero 99 è libero di segnare e riportare la partita in parità. Barrow che non segnava in casa proprio dall’ultima gara contro la Fiorentina, una liberazione per il gambiano e per tutto il Bologna. Al 60’ esce Cambiaso, al suo posto Lykogiannis. Un minuto dopo il Bologna la ribalta e si porta in vantaggio: Kasius ruba palla in maniera vigorosa a Martinez-Quarta, uno sguardo in mezzo e palla ad Arnautovic che in mezzo all’area non può sbagliare e sigla con un tocco d’esterno il 2-1. Bologna che ha cambiato completamente faccia e che ora è in vantaggio al Dall’Ara. Al 68’ Arnautović è costretto ad uscire per un problema al flessore alla coscia sinistra, al suo posto entra Orsolini. Al 78’ fuori anche Kasius e Medel (che anche se non era al meglio ha fatto al solito una grande partita), dentro De Silvestri e Bonifazi. Ora le squadre sono più lunghe e sbilanciate, la Fiorentina continua ad insistere alla ricerca del pareggio, il Bologna prova a chiuderla in contropiede. All’81’ Barrow prova la sua solita giocata, si accentra dalla destra e prova il tiro, palla a lato. Dopo sette infiniti minuti di recupero (con annessa espulsione di Igor per doppia ammonizione), Orsato fischia la fine della partita: prima vittoria in campionato per il Bologna, primi tre punti preziosissimi che consentono il Bologna arrivare a quota 6 punti. Bologna che fa bella figura davanti al suo nuovo allenatore che da lunedì si metterà al lavoro per preparare la partita di sabato contro l'Empoli. 

Ultima modifica il Domenica, 11 Settembre 2022 17:16
Gianluca Gennai

Laureato in Giurisprudenza all’Università di Bologna, grande appassionato di calcio e tifoso del Bologna.