Massimiliano Allegri Massimiliano Allegri Fonte immagine: Juventus FC

L’altro spogliatoio: le difficoltà della Juventus di Allegri

Scritto da  Ott 02, 2022

Con la Juventus per ripartire, dopo la deludente sconfitta casalinga con l’Empoli. Il calendario dà la possibilità al nuovo Bologna di Thiago Motta di cercare i tre punti contro un avversario importante ed in difficoltà come i bianconeri di Massimiliano Allegri, reduci anche loro da una sconfitta prima della sosta, ad opera del Monza.

MODULO E ATTEGGIAMENTO. Allegri ha sempre chiesto alla sua squadra di essere duttile e intelligenti, di interpretare il momento delle partite, senza badare a posizioni e moduli. Non è un caso che la squadra di Allegri abbia interpretato almeno tre moduli differenti in questo avvio di stagione: 4-4-2, 4-3-3 e 3-5-2. Quest’ultimo dovrebbe essere il modulo che la formazione bianconera adotterà anche domani. La Juventus potrebbe partire forte, e sarà onere del Bologna tenere botta per la prima parte della partita e alzare i ritmi nella seconda parte della gara dove la Juventus sembra andare in deficit d’ossigeno, abbassa il baricentro e lascia l’iniziativa del gioco agli avversari.

FATICA. I bianconeri, spesso, iniziano la partita con ritmi alti, cercando di costringere l’avversario a lasciare l’iniziativa. Tuttavia, i bianconeri, pur svolgendo bene la fase di pressing, non riescono a sfruttare il recupero alto del pallone. La squadra bianconera fatica contro linee difensive che si difendono, pur costrette, basse e la squadra di Allegri diventa lenta e compassata. I bianconeri calano velocemente dal punto di vista fisico, esponendosi a facili contropiedi e ripartenza veloci, quando gli avversari superano la prima linea di pressing.

La Juventus, inoltre, fatica a segnare su azione. I bianconeri non riescono a far girare velocemente il pallone e danno sempre la possibilità alla squadra avversaria di riposizionarsi, sia in lungo che in largo. Inoltre, mancano di fantasia sulla trequarti, dove manca sempre l’uomo che possa eseguire l’ultimo passaggio decisivo o manca l’intesa tra i giocatori. Questa sera, i bianconeri giocheranno con due centravanti Milik e Vlahovic, quindi i rossoblù dovranno fare attenzione soprattutto alla capacità di Kostic di crossare al centro dell’area.

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.