Corriere di Bologna - Thiago Motta: zero punti e zero gol in due partite. Ora serve una reazione crediti immagine: Bologna Fc

Corriere di Bologna - Thiago Motta: zero punti e zero gol in due partite. Ora serve una reazione

Scritto da  Ott 04, 2022

L'avventura di Thiago Motta sulla panchina del Bologna non è partita nel migliore dei modi: zero gol, zero punti e poca personalità. Non è certo questo ciò che la società e i tifosi (e probabilmente lo stesso tecnico) si aspettavano dopo due gare.
Il Bologna è riuscito nell'impresa di far vincere la prima partita stagionale all'Empoli e di far rinsavire la Juventus, che prima della gara con i rossoblù aveva vinto solo due volte. La sensazione che hanno lasciato le prime due gare di Thiago Motta non è certo positiva: il gruppo è parso in confusione totale.
Passando ai numeri, la situazione non migliora, anzi: zero punti, zero gol, quattro tiri in porta e un Arnautovic decisamente poco coinvolto nella manovra offensiva.
E se la gara con l'Empoli aveva lasciato un po' di amaro in bocca per i due pali colpiti dai rossoblù, non si può dire lo stesso della gara di Torino dove il Bologna ha mostrato poca grinta e poca personalità rimediando un solo cartellino giallo al minuto 92.
Gli errori dei singoli poi hanno completato l'opera domenica sera, nonostante il Bologna avesse davanti la Juventus più in crisi degli ultimi anni.
Di certo Thiago Motta avrà preso nota di tutto ciò che è successo nell'arco delle sue prime due partite in rossoblù: l'allenatore italo-brasiliano finora si è sempre mostrato indulgente con la squadra (''ho visto cose buone'', ''tutti possono fare tutto'', ''qui c'è molto potenziale'', per citare alcune sue dichiarazioni). Peccato però che i risultati sul campo non gli stiano dando ragione.

Il neo tecnico del Bologna ha operato una vera e propria rivoluzione sul piano tattico: prima cambiando modulo già contro l'Empoli e poi arrivando quasi a stravolgere la formazione iniziale contro la Juventus (soprattutto per ciò che concerne il reparto difensivo). Il rischio ora è che il gruppo abbia perso quelle poche certezze che aveva e che sia andato in totale confusione.
Sabato per il Bologna sarà già decisivo: al Dall'Ara arriverà la Sampdoria, appena reduce dal cambio in panchina e fanalino di coda della Serie A a quota due punti. L'imperativo è solo uno: portare a casa i tre punti soprattutto alla luce del fatto che nella partita successiva il Bologna andrà a giocare sul campo del Napoli, una delle squadre più in forma del momento.
E' lecito aspettarsi una reazione da Thiago Motta certamente, ma soprattutto dalla squadra, anche perché con gli alibi non si va da nessuna parte.

(Fonte: Il Corriere di Bologna, Alessandro Mossini)

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.