Zirkzee si presenta: ''Il mio obiettivo è avere maggiore minutaggio. Arnautovic è un grande esempio per noi giovani'' crediti immagine: Bologna Fc

Zirkzee si presenta: ''Il mio obiettivo è avere maggiore minutaggio. Arnautovic è un grande esempio per noi giovani''

Scritto da  Ott 05, 2022

Questa mattina è stato presentato ufficialmente alla stampa Joshua Zirkzee, attaccante giunto sotto le due torri nell’ultima finestra di mercato.
Queste le sue dichiarazioni.

Prende la parola Giovanni Sartori:

''Per presentare Joshua abbiamo aspettato un po’ per via degli impegni con la Nazionale. E’ stato considerato un ragazzo prodigio, ha debuttato nel Bayern giovane e ha esordito con gol. E’ stato molto precoce, dopo quel bellissimo inizio è andato a Parma in un anno molto travagliato, in quella situazione di annata sfortunata non ha vissuto una stagione felice. Si è ripreso in Belgio lo scorso anno facendo un’ottima stagione e segnando in tutto 18 gol. E’ in under 21 con l’Olanda ora. Pensiamo sia uno dei giovani più promettenti a livello internazionale, può giocare con Arnautovic o al suo posto, si assomigliano molto. Contiamo su di lui per darci una mano''.

 

Parola a Zirkzee. Com’è andata fin qui, dato che non hai avuto molto spazio?

 

''L’obiettivo è avere più minuti e allenarmi bene. Voglio aiutare la squadra a fare meglio''.

Cosa ti ha spinto a scegliere ancora la Serie A?

''Non è stata una scelta relativa alla Serie A ma più al club, ho avuto sensazioni ottime verso la squadra''.

Qual è il ruolo che preferisci?

''Ho giocato a due l’anno scorso in Belgio, preferisco aiutare la prima punta quindi ora dico che vorrei giocare con Marko e non al suo posto''.

Che tipo di giocatore è Arnautovic?

''E’ un top player, è molto forte, un grande giocatore. Posso dire solo belle parole su di lui, anche mentalmente è molto forte, è un ottimo esempio per noi giovani''.

Che ambiente hai trovato? Come ti stai trovando tu a Bologna?

''Parliamo tante lingue in squadra, parlo olandese con Jerdy e Denso. Mi sono trovato bene sin dall’inizio con il gruppo e anche la città mi piace molto''.

Hai parlato con Motta? Hai avuto rassicurazioni? Avresti accettato Bologna pur sapendo di fare la riserva?

''Ora si gioca in modo diverso, l’allenatore è un top e lo dimostrerà. Per me questo non è un momento facile perché giochiamo con un solo attaccante. Quando vuoi andare via da un posto ti aspetti di giocare quindi non è facile''.

Cosa non sta funzionando ora? Sentite che la prossima è una gara già decisiva?

''Non è facile adattarsi subito a un nuovo sistema di gioco, dobbiamo adattarci. Sono certo che dalla prossima faremo bene''.

Hai parlato con Nagelsmann? Vorresti tornare al Bayern in futuro?

''Appena ha saputo che venivo a Bologna mi ha scritto e mi ha fatto un in bocca al lupo. Il Bayern è una grande squadra e chiunque sogna di giocarci, me compreso. Sarebbe il mio sogno''.

Ti è dispiaciuto non essere stato scelto dal Bayern quest’estate per restare lì?

''Non mi dispiace per il semplice fatto che già sapevo di dover andare via''.

Hai un idolo? 

''Ronaldinho''.

Come stai fisicamente?

''Mi sento bene fisicamente, anche se non ho la forma di chi gioca sempre''.

Ci sarà di nuovo spazio per un attacco a due?

''Non ho chiesto nulla a Thiago Motta''.

Conoscevi già qualcuno della squadra? Hai parlato con qualcuno prima di venire qui?

''Ho parlato con Schouten: lo conosco da quando ho 13 anni perché giocavamo nello stesso club ed eravamo anche vicini di pullman; con Kasius no perché a quel tempo non c’era ancora la trattativa''.

Che ragazzo sei fuori dal campo?

''Non amo molto i social, vengo qui e mi alleno poi torno a casa e gioco alla playstation''.

Con l’Empoli lo consideri un errore la traversa?

''Era difficile ma potevo fare meglio, possiamo considerarlo un errore''.

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.