Thiago Motta con Marko Arnautovic Thiago Motta con Marko Arnautovic fonte immagine: Bologna FC

L'Opinione della Redazione - Bologna, Motta è un investimento: gli esperimenti diventeranno intuizioni

Scritto da  Ott 06, 2022

Ritorna oggi ''L'Opinione della Redazione'', la rubrica che dà spazio ai pensieri della redazione di 1000cuorirossoblu sui principali temi della settimana del Bologna, andando ad analizzare due prospettive agli opposti.

L'altra opinione la si può trovare cliccando qui

Sabato sera è già momento di bilanci in casa Bologna. Alla terza partita dell’esperienza di Thiago Motta, la piazza chiede i primi risultati al Bologna condotto dal tecnico italo-brasiliano, che dal canto suo ha provato a dare una sterzata anche a livello tecnico-tattico.

L’ultima sentitissima partita contro la Juventus è servita per provare qualche impianto tattico diverso, e anche forse a causa di qualche acciacco, è stata utilizzata dal tecnico ex Genoa e Spezia per misurare la preparazione di alcuni giocatori finora poco o per niente utilizzati.
Certamente un azzardo, visto che la classifica non sorride al Bologna fermo a quota 5 punti, ma un passo avanti certamente per l’allenatore che ha potuto vedere all’opera parte dei giocatori avuti a disposizione per tutte le due settimane. Quella con la Juventus, sia dal punto di vista del gioco che dal punto di vista del risultato finale, non si può definire una partita in cui il Bologna ha fatto passi avanti ma probabilmente nella testa del tecnico la formazione e le prestazioni dei singoli è stata valutata al di là dell’esito.

C’è bisogno di pazienza, la dirigenza rossoblù ha cambiato ad inizio stagione, quando i risultati non convincevano ma la situazione era tutt’altro che compromessa. Un cambio arrivato presto nel corso della stagione per dare il tempo al nuovo tecnico, sul quale per età e idee è possibile costruire un progetto che vada oltre i prossimi 6/7 mesi di stagione, di lavorare a fondo sulla forma mentis dei calciatori. Ed è anche grazie al tempo concessogli, forse anche fortuitamente (Giampaolo rifiutò la panchina dello Spezia), che Thiago con diverse sue intuizioni ed esperimenti ha portato lo scorso anno lo Spezia alla salvezza nonostante una rosa che mancava di qualità in qualche reparto anche di numeri per ambire concretamente a rimanere in Serie A.

Ultima modifica il Giovedì, 06 Ottobre 2022 20:05
Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.