Donadoni: "Reagiamo da uomini. I tifosi saranno fondamentali" - 23 apr

Scritto da  Andrea Bonomo (video Sara Melotti) Apr 23, 2016

Dopo un periodo difficile, con tanto di 6-0 al San Paolo, il Bologna torna in campo. Domani a sfidare i rossoblu ci sarà il Genoa. Alla squadra è richiesta una reazione e Donadoni lo sa. “Domani servirà giocare una partita intelligente, una gara totalmente diversa da quella di Napoli. La determinazione e l'aggressività faranno la differenza e sono quelle caratteristiche che ci sono mancate al San Paolo. Il 6-0 ha alzato l'attenzione. In alcuni momenti è giusto capire come è giusto correre, ma nel momento in cui vai contrastare l'avversario serve andarci con velocità ed impeto differenti. Giochiamo in casa, nel nostro stadio e davanti la nostra gente. Voglio che in campo i giocatori abbiano questa consapevolezza. Abbiamo il dovere di reagire, verso noi stessi, i tifosi e la città. Abbiamo bisogno del sostegno del pubblico e fino al 90' dobbiamo ragionare come se fossimo un'anima sola”.Con il Genoa mancherà Diawara, squalificato. Donadoni però non scopre le sue carte sul sostituto: “Sono tutti pronti a giocare al suo posto, non c'è uno più pronto dell'altro”. Dopo la panchina col Napoli potrebbe tornare Floccari dal 1': “Fisicamente sta bene, ma ha patito un po' l'inizio con una tipologia di allenamenti diversi rispetto a quelli con il Sassuolo. Panchina col Napoli? Era giusto dare minuti ad Acquafresca. Mi aspettavo da lui una partita di lotta e grinta, ci ha provato, ma alla fine è andata come è andata. Da Floccari mi aspetto una partita di spessore domani”. Stanno bene anche due pedine fondamentali, come Gastaldello e Maietta. Le sensazioni su di loro sono positive, mentre Donsah non è ancora al 100%.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 18:36