Rdc – Gastaldello: “La semirovesciata? Peccato non sia entrata…” – 7 mar

Scritto da  Mar 07, 2016

“Una roba così non mi è mai venuta neanche in allenamento. Ho visto che non sarei riuscito ad arrivare sul pallone di testa e allora ci ho provato in semirovesciata: peccato non sia andata dentro”. Parole piene di rammarico quelle di Daniele Gastaldello riportate oggi sul Resto del Carlino da Marcello Giordano, ma soprattutto sono parole che denotano la delusione del capitano, e di tutta la truppa di Donadoni, per la mancata cattiveria sotto porta, lo stesso problema avuto in quel di Palermo. Il difensore centrale rossoblu non mette nessuno sul banco degli imputati, ma di certo riconosce che ci sia bisogno di maggiore cinismo per fare il salto di qualità: “Dobbiamo lavorare per crescere in mentalità ed essere più cattivi. A Udine e a Sassuolo abbiamo rischiato di subire gol, ma alla fine abbiamo portato a casa i tre punti perché volevamo a tutti i costi quei risultati, dobbiamo ritrovare quell’atteggiamento. Sicuramente non ho da imputare niente a nessuno dei miei compagni, se non segniamo la colpa è di tutti e allo stesso tempo sono consapevole di quanta strada abbiamo fatto in pochi mesi, ma contro il Carpi dovevamo vincere”.

Sicuramente un Gastaldello rammaricato, ma le sue dichiarazioni non sembrano tanto una tirata d’orecchie al gruppo, quanto piuttosto un avvertimento per prevenire che il Bologna si accontenti e, soprattutto, per finire al meglio la stagione e programmare un grande futuro: “Non credo che il Bologna abbia la pancia piena, altrimenti il mister sarebbe molto arrabbiato con tutti, dato che non bisogna credere di aver finito il lavoro dopo un mezzo campionato ben fatto, soprattutto perché in questo gruppo ci sono molti giocatori giovani che devono crescere. Per crescere esiste una sola strada: giocare sempre per vincere ed avere la mentalità giusta contro qualunque avversario”. Infine, il capitano rossoblu, si concentra sulla salvezza e sull’obiettivo per queste ultime dieci partite: “La salvezza è praticamente raggiunta, e mancano dieci partite alla fine del campionato. Io dico di provare a vincerle tutte. Non per l’Europa League o per la Champions, ma per noi e per il nostro percorso di crescita e per portarci avanti per il prossimo campionato”.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 18:51
Roberto Rossi

Oltre ad essere tifoso del Bologna F.C è anche un grande appassionato di musica e basket, sia italiano che estero. E' anche uno dei registi della trasmissione radiofonica "Al Ritmo del Goal"