ATA HOTEL LIVE - Le parole di Corvino - 1 feb

Scritto da  Andrea Bonomo e Davide Mariani Feb 01, 2016

Intervenuto all’Ata Hotel, Pantaleo Corvino ha parlato del mercato del Bologna. Queste le dichiarazioni del responsabile dell’area tecnica rossoblu. “Le cessioni di Falco e Bergamini si aggiungono a quelle fatte nei giorni scorsi, senza dimenticare quelle del mercato estivo. Abbiamo fatto uno sforzo importante per accontentare i giocatori e accontentarci, come società. In entrata sono arrivati Zuniga, Floccari e Constant. Questi colpi dimostrano il nostro grande impegno per cercare di migliorare il club. Siamo partiti l’inverno scorso, quando dovevamo ancora raggiungere la A, poi abbiamo fatto il mercato in cinquanta giorni. Adesso siamo all’ultima curva, abbiamo davanti la linea del traguardo, ma c’è ancora molto da fare”.

 

BILANCIO SUL SUO OPERATO - L’incarico di Pantaleo Corvino, di fatto, partì un anno fa. Lo scorso gennaio fece il mercato per la prima volta in qualità di ds rossoblu. Questo il suo bilancio: “Quando uno fa delle pianificazioni le pensa e le ripensa, per poi farle proprie. Quando le cose non andavano per il verso giusto l’ho gridato. Mi si rimproverava Giaccherini non idoneo fisicamente e la grande spesa per Destro. Ho sempre difeso il mio operato ed ero convinto di quello che facevo. Oggi lo sforzo dei ragazzi e il lavoro di Donadoni stanno premiando anche il nostro lavoro“.

 

RIFIUTI DI LASCIARE BOLOGNA - Sui giocatori che hanno scelto di non lasciare i rossoblu: “Abbiamo dato delle possibilità e delle opzioni ai nostri tesserati che hanno poco spazio. Un buon responsabile dell’area tecnica deve guardare anche a questo e cercare di fare l’interesse del club e dei tesserati. Quando questo non succede si prende atto e si va avanti”.

 

EUROPA - Alla domanda sulla possibilità di raggiungere l’Europa, il Direttore risponde cosi: “Il gioco di alzare l’asticella infastidisce soprattutto quelli come me che

sanno che prima di fare ciò bisogna raggiungere gli obiettivi. Lo stiamo facendo gettando le basi per il futuro”.

 

CONSTANT - Sulle caratteristiche del neo rossoblu: “È un giocatore molto duttile che conosciamo bene. Lo conosco per le sue qualità e per le sue caratteristiche e non abbiamo dubbi che possa darci una mano. Ho visto tanta voglia di tornare in Serie A e quando vedi questo atteggiamento credo sia importante per noi”.


DIAWARA - Su Diawara-Bayern Monaco: “Abbiamo molto giovani importanti che attirano l’attenzione dei grandi club. Quanto vale? Non diamo valutazioni perché non ci siamo mai soffermati a pensare che possano essere oggetti di mercato”.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 19:02