Rdc – Maietta ko, Mounier e Diawara saltano il Chievo – 7 gen

Scritto da  Gen 07, 2016

Massimo Vitali ci riporta sul Resto del Carlino di oggi la scena finale della partita di ieri: i duemila tifosi che cantano dalla gioia come hanno fatto continuamente per più di novanta minuti sugli spalti, mentre sul campo i giocatori si abbracciano e si fanno i complimenti per l’impresa appena compiuta. E’ la stessa cosa che vorrebbe fare anche Mimmo Maietta, ma certo non può essere del tutto felice per il pomeriggio di Milano: ancora un infortunio durante la partita che lo costringe ad abbandonare il campo di gioco pochi secondi prima della fine del primo tempo e a sedersi in panchina con gli occhi lucidi e prossimi al pianto.

I medici del Bologna parlano di un risentimento ai flessori della coscia destra, questo l’infortunio che ha fatto accasciare il centrale rossoblù in mezzo all’area di rigore. Donadoni non ha pianto come ha fatto Maietta, ma sicuramente non sarà felice considerando il fatto che in vista della sfida contro il Chievo gli mancherà un bel pezzetto di squadra. Oltre all’infortunato Maietta di cui abbiamo appena parlato, domenica non saranno della partita nemmeno Mounier e Diawara, che essendo stati ammoniti ieri pomeriggio salteranno l’ultima gara del girone di andata a causa della squalifica per diffida.

Emergenza non da poco, ma Donadoni non sembra spaventarsi dato che anche ieri ha fatto i complimenti ai giocatori subentrati dalla panchina e ha ribadito ancora una volta che il segreto di questo gruppo è proprio nel contributo da parte dei panchinari. Da oggi comunque il tecnico avrà il tempo di pensare a come trovare una soluzione a questa situazione decisamente spinosa: probabile l’utilizzo di Pulgar dal primo minuto dato che Diawara e Crisetig sono indisponibili, mentre per sostituire Mounier potrebbe essere impiegato Falco. Tutto questo nella logica di preservare il 4-3-3, uno dei segreti della rinascita del Bologna

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 19:08
Roberto Rossi

Oltre ad essere tifoso del Bologna F.C è anche un grande appassionato di musica e basket, sia italiano che estero. E' anche uno dei registi della trasmissione radiofonica "Al Ritmo del Goal"