RS-STADIO: "Non è ancora il Bologna di Delio Rossi" - 10 mag

Scritto da  Mag 10, 2015

Nell'articolo di oggi di Furio Zara, possiamo leggere le parole e quindi i pensieri di Delio Rossi sulla gara di sabato e su quale sarà il suo Bologna, in queste poche partite che ci separano alla fine della stagione.

Al termine della conferenza stampa di ieri, il giornalista di Stadio ha chiesto al Mister se i rimpianti aumentassero visti i risultati di Vicenza e Frosinone (entrambe bloccate da un pareggio) e dopo una lunga pausa di riflessione Rossi risponde ovviamente di si, ma sottolinea come in verità il rammarico sia non essere riusciti a vincere, al di la dei risultati delle concorrenti.

L'articolo continua con una disamina del tecnico sulla partita, che non lo ha entusiasmato ma che gli ha fatto capire meglio la formazione e la rosa che ha tra le mani. Non è stato mostrato il gioco che preferisce e forse anche lo schema tattico è da rivedere, ma in quattro giorni, non si poteva fare altro che seguire un po' il solco di chi lo aveva preceduto. Secondo tempo meglio del primo con giocate più ragionate e meno foga che portava a fare confusione, i due cambi fatti subito, uno per infortunio (Laribi) ed uno per scelta tecnica (Improta), hanno aiutato questo cambiamento

Rossi censura poi il comportamento di Ceccarelli (che è stato espulso sia al Partenio che al Dall'Ara) sia per il gesto in se, sia perchè ha messo in difficoltà compagni ed allenatore. Infine il tecnico ha parlato del rigore sbagliato, che purtroppo ha insinuato la paura di non farcela ai giocatori, che così non hanno più giocato al meglio.

Ora l'allenatore oltre che in alcuni allenamenti, ha anche testato la squadra in una partita "vera", vedremo adesso il suo Bologna inizierà a prendere forma.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 20:08
Simone Zanetti

Simone Zanetti, parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu e web-master del sito.
Appassionato di Bologna ed Archeologia, oltre a tifare Bologna FC e Fortitudo Baseball, tifa (inspiegabilmente) per il Cruz Azul.