Verso Bologna-Modena: tutti gli ex dell'incontro - 10 Mar

Scritto da  Mar 09, 2015

Torna il consueto appuntamento con gli ex della gara che attende il Bologna, da quelli in campo a quelli nella storia delle due squadre.

Domenica il Bologna affronterà il Modena in una sfida sentitissima dal popolo rossoblu. L’unico ex in campo sarà Rubin che veste la maglia del Modena da questa stagione, mentre con il Bologna ha giocato nel 2010/2011 e poi nel 2012 con in mezzo la parentesi al Parma. Con i rossoblu realizzò  il suo primo goal in A, era il 6 Maggio del 2012, l’ultima partita da giocatore del Bologna di Marco Di Vaio. Rubin arrivò al Bologna, rientrando in uno scambio di prestiti con il Torino, scambio che vide coinvolto un altro ex della sfida: Marco Bernacci. L’attaccante giocò con il Bologna nel 2008/2009 trovando anche il primo goal in A con Mihajlovic allenatore, mentre con il Modena giocò nel 2011/2012. L’esperienza con i canarini costituì il ritorno al calcio giocato, dopo il ritiro legato a motivi personali quando vestiva la maglia del Torino.

Nel Bologna in cui giocò Bernacci (2008/2009) c’erano anche Antonioli e Carrus, entrambi ex dell’incontro. Il portiere arrivò al Modena nel 1991, in prestito dal Milan di Sacchi, poi giocò con il Bologna per ben due volte nella sua carriera. Arrivò sotto le due torri nel 1995, ottenendo subito la promozione in A. Quello era il Bologna del doppio salto dalla C1 alla massima serie. Con i rossoblu vinse anche l’Intertoto nel 1998, poi andò alla Roma e con i giallorossi vinse lo scudetto. Tornò a Bologna nel 2006, quando i felsinei erano in serie cadetta e l’anno successivo centrò ancora una volta la promozione in A. In quella stagione Carrus giocava con lui al Bologna: fu una delle due annate con i rossoblu. Il centrocampista giocò anche con il Modena in C1 nel 1999 e nella stagione successiva, rientrato al Cagliari, fece il suo esordio in A proprio contro il Bologna.

Per tornare al 2006/2007, anno del ritorno di Antonioli in rossoblu, in quel Bologna c’erano anche altri ex, uno su tutti Torrisi. Arrivò al Modena nel 1987 e esordì con i gialloblu nel 1988 quando il Modena era in C1, anche se il giocatore deve le sue fortune calcistiche all’annata successiva, quella del 1989, quando sulla panchina del Modena arrivò un altro ex: Renzo Ulivieri. L’allenatore arretrò Torrisi da mezz’ala a centrale difensivo e con lui in panchina arrivò anche la promozione in B, poi fu proprio Ulivieri a portarlo con sè al Bologna nel 1995. Con i rossoblu giocò tre stagioni prima di trasferirsi all’Atletico Madrid con Arrigo Sacchi, poi tornò sotto le due torri nel 2004 e chiuse la sua avventura con il calcio professionistico proprio con i felsinei nel 2007. Un altro ex di quella annata è Claudio Bellucci che con il Bologna giocò dal 2001 al 2007 e che, per due anni consecutivi, si laureò vice capocannoniere della serie cadetta prima con 25 poi con 19 reti dietro ad Alessandro Del Piero. Bellucci chiuse la carriera con il Modena nel 2011 e in quell’annata con lui in gialloblu c’erano anche Leonardo Colucci e Riccardo Pasi, con quest’ultimo che si è trasferito, proprio, dal Bologna alla Cremonese nella sessione invernale. Colucci,  che oggi allena la primavera del Bologna, giocò con i rossoblu dal 2002 al 2005 e nel 2003/2004 fu compagno di squadra di Emiliano Moretti che giocò nel Modena la stagione precedente. Nel 2006/2007 disputò la sua unica stagione in rossoblu anche Fantini che con il Modena giocò per tre stagioni non consecutive. Nell’anno dell’arrivo di Ulivieri al Modena, con Torrisi giocò anche Lamberto Zauli che poi tornò al Modena nel 1992/93. Con i rossoblu disputò i campionati 2001/2002 con Guidolin in panchina e 2006/2007, prima di accasarsi alla Cremonese.

Altri ex che in quegli anni militavano proprio al Bologna sono Daniele Daino, visto a Bologna dal 2004 al 2008 e poi al Modena nel 2008/2009 e Davide Di Gennaro. Quest’ultimo giocò al Bologna solo nel 2007/2008, nell’anno del ritorno in A, mentre indossò la maglia del Modena nel 2010-2011 totalizzando 10 goal in 32 presenze. Nell’anno del ritorno in A, il protagonista assoluto fu, però, il conte Max, Massimo Marazzina che trascinò il Bologna alla promozione a suon di goal. In quella stagione, una delle quattro disputate in maglia rossoblu, il conte Max realizzò 23 goal e poi nel 2010 chiuse la carriera proprio con la maglia rossoblu. L’attaccante giocò anche con il Modena nel 2004, arrivando in prestito dal Chievo.

In una delle annate di Torrisi al Bologna con Ulivieri in panchina (quella del 1996/97), tra le fila dei rossoblu c’erano anche Cardone e Anaclerio. Il primo disputò con il Bologna solo quella stagione e chiuse la carriera con il Modena, Anaclerio, invece, esordì in A con il Bologna e giocò con i gialloblu per due stagioni, dal 1998 al 2000. Altri ex dell’incontro sono Vignaroli e che giocò prima a Modena dal 2003 al 2005 e poi nel 2005/2006 passò al Bologna in quella che fu la sua unica stagione in rossoblu

Se torniamo agli anni ’80 tra gli ex troviamo Fabio Poli, Marco Ballotta e Sauro Frutti: questi ultimi due furono compagni sia al Bologna nel 1983/84, in una stagione in cui Ballotta non scese mai in campo, sia al Modena dal 1985 al 1988, gli anni in cui Frutti giocò in gialloblu. Poli giocò al Modena dal 1980 al 1982 prima di approdare proprio al Bologna, ma con i rossoblu non scese mai in campo. Poi, tornò in rossoblu nel 1987 con Maifredi allenatori e rimase sotto le due torri fino al 1992 diventando uno degli artefici della promozione dalla B alla serie A.

Tra gli ex giocatori, poi diventati allenatori troviamo Walter Mazzarri, Franco Colomba e Giovan Battista Fabbri. Quest’ultimo giocò al Modena dal 1974 al 1979 e poi, da allenatore, diresse i rossoblu nel 1986/87 centrando la salvezza in serie cadetta, dopo essere subentrato a campionato in corso. Colomba, invece, è cresciuto calcisticamente nel Bologna e con i rossoblu fece il suo esordio in A. Con i felsinei giocò dal 1973 al 1975, per poi tornare dal 1977 al 1983, in mezzo la parentesi al Modena, proprio come compagno di squadra di Fabbri nel 1975/76. Il Modena fu anche la squadra con la quale chiuse la carriera nel 1990 e poi diventò allenatore degli allievi nazionali. Mazzarri fu compagno di Torrisi e Zauli nell’unica annata in maglia gialloblu nel 1989/90 e poi fu prima collaboratore tecnico di Ulivieri e poi allenatore della Primavera del Bologna dal 1999 al 2001.

Oltre a Ulivieri tra gli allenatori troviamo anche Pioli come ex. L’attuale allenatore della Lazio allenò il Modena dal 2004 al 2006 arrivando a un passo dalla promozione in A, venendo eliminato ai playoff dal Mantova. Pioli poi approdò al Bologna nel 2011 e rimase con i rossoblu fino al 2014, tornando così nella società con la quale aveva iniziato la sua carriera da allenatore all’inizio degli anni 2000, prima come tecnico degli allievi poi come allenatore della Primavera.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 20:42
Andrea Bonomo

Abruzzese trapiantato a Bologna, scrive per 1000 Cuori Rossoblu da Ottobre 2014.