È sempre Calciomercato/BOLOGNA - Sfumato un altro obbiettivo, ma Corvino non si arrende - 19 gen

Scritto da  Gen 19, 2015

Non è un lunedì come tanti altri per il Bologna. Questa sera la squadra torna in campo dopo la pausa, "prima" del 2015 e prima di un girone di ritorno da affrontare con il coltello tra i denti, gara dopo gara, per non fallire l'obbiettivo-promozione che a questo punto è ormai sulla bocca e nella testa di tutti. Si, ma con quale squadra Lopez inseguirà un traguardo importante ma che - è bene ricordarlo - è tutto tranne che scontato?


Man mano che i giorni passano i nomi in predicato di vestire il rossoblù diventano sempre meno: logico per i tempi del mercato, dove ogni giorno che passa significa che la scadenza si avvicina. È il momento di stringere per Pantaleo Corvino, di verificare chi può arrivare e chi invece non arriverà mai: tra questi al 99% ci sarà Alberto Gilardino, che ha offerte da Parma e Cagliari e che dovrebbe scegliere proprio una di queste destinazioni con vista Serie A. Sicuramente non ci sarà Sebastian Giovinco, che nella notte avrebbe raggiunto l'accordo con il Toronto Raptors per essere una delle nuove stelle della Major League Soccer: alla "Formica Atomica", che raggiungerebbe l'ex-Roma Michael Bradley, andranno 6 milioni di euro l'anno per 5 anni, una cifra impossibile da pareggiare e che spazza via ogni dubbio.
Niente Gilardino, niente Giovinco, si punta su Josip Ilicic. Ancora, nonostante la preferenza iniziale del giocatore per il Torino che gioca in Serie A ma che non pareggia l'offerta del Bologna al club che ne detiene il cartellino, la Fiorentina. I Viola spingono quindi per cedere lo sloveno a Corvino, che adesso attende: se il braccio di ferro tra Pradè e i granata continuerà, il Bologna ha ragione di sperare. E se dovesse sfumare anche questa trattativa? Ecco che tornerebbe d'attualità il nome di Matteo Mancosu, bomber di categoria che non ha mai avuto una chance a grande livello. Sul piede di partenza c'è invece Robert Acquafresca.
Si continua a lavorare anche sul mercato in entrata: Daniele Gastaldello sarebbe sempre più vicino. Ieri è rimasto in panchina, e nei giorni scorsi ha dichiarato che dopo tanti anni a Genova forse cambiare aria sarebbe un'idea da prendere in considerazione. Parole importanti, si discute sul contratto, l'annuncio potrebbe arrivare già domani. Così come quello su Ibrahima Mbaye, voluto da Corvino come jolly difensivo di valore. All'Inter il ghanese è ovviamente chiusissimo, lo voleva il Cesena del suo ex-mentore Di Carlo ma sia la panchina traballante del tecnico che la necessità dei bianconeri di cercare elementi di maggior esperienza per tentare una salvezza quasi impossibile spingerebbe Mbaye verso il Bologna.
In porta sono arrivate importanti dichiarazioni di Lopez ieri: il tecnico ha ribadito la fiducia in Coppola, dicendosi stupito e anche infastidito dai tanti nomi fatti per il ruolo. Coppola è il portiere del tecnico uruguaiano, e sarà difficile imporgli un nuovo nome. Possibile quindi che arrivi una riserva conclamata, ruolo che comunque Stojanovic non è disposto a ricoprire.
Con la Sampdoria si continua a parlare non solo di Gastaldello, ma anche di Nenad Krsticic: il giocatore sarebbe ogni giorno un passettino più vicino al Bologna, ma la trattativa rimane comunque difficile e incerta. 

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 20:52
Simone Cola

Scrive per 1000 Cuori Rossoblu dal 2013, è anche autore del blog "L'Uomo nel Pallone" in cui scrive di storie dei calcio