Bologna - Pro Vercelli 3 a 0: la cronaca del match - 24 dic

Scritto da  Torben Grael Dic 24, 2014

Aggrappato ad un te caldo e nel tentativo di riprendermi, provo a ripercorrere la storia di questo Bologna Fc 1909-Fc Pro Vercelli 1892. Perchè al di là di questi 90 minuti, sul prato del Dall'Ara,oggi pomeriggio, sono scesi 14 scudetti, cuciti nel tempo sulle maglie di queste due gloriose squadre. Oggi però la storia racconta meno gloria e, soprattutto, una partita dove i rossoblù hanno dominato sulla pochezza degli avversari: ergo non prendiamo questo incontro come la pietra filosofale di una risalita, ma solo tre bei punti per passare un sereno Natale. E domenica tutti a Lanciano.

Prima del calcio d'inizio, il ricordo di tutto lo stadio è andato al nostro Sergio Isabella che ci ha lasciato in settimana: la Redazione spera che gli "Amici di Sergio" continuino la loro opera meritoria, in nome di Sergio e a favore di altre situazioni su cui è giusto concentrare tutta la nostra solidarietà.

Si parte avvolti in una nebbiolina, pochi giri di lancetta e il Bologna trova il primo goal: Improta, preferito da Diego Lopez ad Acquafresca,  si impossessa della palla e, da fuori area, lascia andare un missile su cui Russo nulla può. Bellissima la scena successiva: tutti a correre verso la panchina e Mimmo Maietta "accarezza" con un buffetto Mister Lopez. Sulla coesione del gruppo nessuno abbia dubbi a questo punto, così come sull'attaccamento al loro "conducador". La Pro Vercelli non punge e lascia il gioco ai padroni di casa, senza mai impensierire Coppola. Poi al 25simo, su un preciso cross di Laribi, Russo si butta per bloccare la palla, senza trattenerla: il difensore Marconi devia involontariamente la sfera in rete, portando sul 2 a 0 i felsinei. Allo scadere del primo tempo è un ispirato Bessa a pescare Cacia in area, ma la conclusione non impensierisce il portiere dei piemontesi.

A inizio ripresa Scazzola inserisce Di Roberto per Belloni per cercare di ravvivare la gara, ma proprio al 47’, su un tiro di Bessa da fuori area, Russo respinge maldestramente sull'accorrente Laribi, che piazza la sfera sulla sinistra del portiere ospite fissando il risultato sul 3 a 0. a. Solo un'occasione per gli ospiti, al 50’, quando Statella tira impegnando da vicino Coppola. Poi il nulla da segnalare, con la nebbia e l'oscurità che rendevano difficile la visione del  gioco, fin quasi alla fine: al 90simo, su un cross dalla sinistra di Abero, Liviero, nel tentativo di liberare la sua area, colpisce la sua traversa, quasi bissando la sciagurata autorete di Marconi. 

Commentare tecnicamente la partita potrebbe avere un senso relativo: troppo grande il divario fra le due squadre, aggiungendo che il Bologna non si presentava con la sua formazione tipo (ma qui Lopez ha compiuto tutte le scelte giuste). La classifica parla chiaro, quando siamo giunti al giro di boa: oggi il Bologna è secondo, nonostante qualche punto lasciato per strada. E questo per adesso ci deve bastare. Domenica prossima si va a Lanciano e i tre punti consoliderebbero il secondo posto in classifica in attesa del mercato e della ripresa del campionato, il 17 gennaio, al Dall'Ara contro il Perugia. Buon Natale, innamorati del rossoblù.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 20:57