×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 54

RS - Rdc - A Casteldebole spunta la gabbia del paddle - 16 dic

Scritto da  Dic 16, 2014

Seduta pomeridiana ieri a Casteldebole per il Bologna. Lopez ha voluto curare ogni minimo dettaglio sulla costruzione della manovra e sulle finalizzazioni. All'allenamento non ha preso parte Bentancourt, fermato da uno stiramento al bicipite femorale. Terapie invece per Perez, Paramatti e Buchel. Oggi prevista un'altra seduta per le 14.30, aperta al pubblico. Intanto a Casteldebole è spuntata una nuova gabbia blu: si tratta di un campo di paddle in allestimento accanto alla gabbia fatta costruire Gigi Mainfredi per abituare i suoi al pressing e al gioco di prima. Il paddle è una disciplina che sta diventando popolare negli ultimi anni, nata da una costola del tennis. In Italia, Bologna vanta una tradizione che è stata però sdoganata da Roberto Mancini e Francesco Totti che si sono esibiti negli ultimi internazionali di Roma. L'origine risale però negli anni 70' quando un ricco messicano voleva costruire un campo da tennis personale, ma aveva uno spazio delimitato da alcuni muri. Fu così che nacque questo sport, a metà tra squash e tennis, che si pratica con racchette piccole e in un campo di 20 metri per 10: la rete che divide a metà c'è sempre, ma ognuno dei lati di fondo dell'area ha una parte a forma di "u", con un frontone posteriore e due mezzi muri laterali. Una maglia Metallica infine chiude i due lati che restano scoperti.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 20:58