×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 54

RS – Rdc – Acquafresca, è il tuo momento: a Catania può dimostrare che non ha perso lo smalto del bomber – 4 dic

Scritto da  Dic 04, 2014

La missione di Robert Acquafresca è quella di ritrovare la via del goal per ritrovare sé stesso. Lopez contro il Catania gli affiderà l'attacco rossoblù e lui deve dimostrare di non aver perso lo smalto del bomber.

La trasferta in casa dei rossoazzurri, infatti, coinciderà con la prima assenza stagionale di Daniele Cacia: il bomber calabrese, 5 reti messe a segno fin qui, sarà squalificato. Lopez dunque dovrà ridisegnare l'attacco partendo da una certezza: Acquafresca, che ha smarrito la via del goal da sette giornate. Ovvero dal 18 ottobre, quando, contro il Varese, spianò la strada verso il successo con l'assist per Abero e la rete del 2-0. Al Massimino, Robert avrà le chiavi del reparto avanzato con dei compiti ben diversi dal solito. Non sarà spalla di qualcuno, ma sarà lui il primo attore. Con la responsabilità che il ruolo comporta. Questa responsabilità però può trasformarsi in occasione per dimostrare che può essere ancora importante per la squadra, visto che gennaio si avvicina e la società deve capire cosa serve per rinforzare la rosa. Almeno un attaccante è nei programmi del club: se più prima o seconda punta dipenderà dalle occasioni e anche da quanto accadrà da qui alla fine del girone di andata. Va da sé allora che la sfida di sabato assuma i contorni dell'esame per l'intera squadra e per Acquafresca in particolare, al quale sarà affidato per la prima volta il reparto offensivo. Proprio a lui che neppure era previsto nei piani iniziali del Bologna e che non sarebbe a Casteldebole se all'ultimo giorno del mercato estivo il cesenate Garritano avesse accettato di scendere in Serie B. L'attaccante si è rimesso in discussione, il tecnico ed ex compagno (ai tempi del Cagliari) Lopez lo ha ascoltato a braccia aperte, ridisegnando una squadra pensata inizialmente per il 4-3-3 per fargli spazio. Acquafresca è partito bene segnando prima a Pescara e poi a Varese, prima di incappare in una flessione di rendimento, coincisa anche con qualche acciacco fisico. Contro lo Spezia e il Bari sono arrivati però dei segnali di risveglio, dove solo un prodigioso intervento di Donnaruma gli ha negato il goal.

Questi segnali dovranno essere confermati a Catania, magari provando a sbloccarsi con l'aiuto di Improta che potrebbe partire per la prima volta titolare. Il nazionale Under, classe 93, arrivato in prestito con diritto di riscatto dal Genoa, è pronto ed in vantaggio su Troianiello per il ruolo di seconda punta.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 21:01