RS - STADIO: Tacopina-Saputo, tanto tuonò che (non) piovve - 18 nov

Scritto da  Nov 18, 2014


Continua ad evolversi la situazione societaria del Bologna. La notizia del giorno, riportata come prevedibile nell'edizione odierna "Stadio" da Matteo Fogacci, è che a dispetto delle voci delle ultime settimane Joe Tacopina e Joey Saputo sarebbero più vicini che mai, pronti a garantire quella "continuità aziendale" che chi li ha preceduti prometteva solo a parole.
Ieri è nato il nuovo CDA del Bologna - che si riunirà giovedì - ma il primo passo fondamentale è stato appunto il tentativo da parte di Tacopina e Saputo di appianare le proprie divergenze in merito alla conduzione del club. I punti di "scontro" fondamentali erano quelli relativi alla governance del club, con Saputo che vorrebbe avere più voce in capitolo sulla conduzione tecnica rossoblù (e Pantaleo Corvino come nuovo DS sarebbe il primo passo) e che lascerebbe invece al socio americano la parte amministrativa. A ruota seguono i piani per il rimodernamento dello stadio "Dall'Ara", a seguire ci sarebbero poi i piani per l'allargamento della società e la conseguente esposizione mediatica.
Saputo si sarebbe riavvicinato chiedendo però un accordo nero su bianco, fatto che Tacopina avrebbe preferito evitare ma che sarà costretto ad accettare per garantirsi la copertura economica necessaria per liquidare la vecchia proprietà. Non si pensi però che Joe lascerà completamente il pallino del gioco al socio proprietario dei Montreal Impacts. Anzi, la composizione del nuovo CDA, approvata nel pomeriggio di ieri dall'assemblea dei soci, dice che il nuovo organigramma è spiccatamente "tacopiniano": faranno parte del nuovo club Luca Bergamini, Piergiorgio Bottai, Claudio Fenucci, Stuart Goldfarb, Luigi Marchesini, Joe Marsilli, Andrew Nestor, Gianluca Piredda e Anthony Rizza, oltre ovviamente a Saputo e a Tacopina, con quest'ultimo confermato presidente. Significative le parole di Manuel Gulmanelli, presidente di "Futuro Rossoblù", l'associazione che conta 4000 tifosi iscritti e presente ieri alla riunione tramite la sua persona, che non ha posto domande sui rapporti in essere tra la nuova e la vecchia proprietà: "Abbiamo verificato che nel CDA fosse presente Joey Saputo e Claudio Fenucci. Sinceramente sono uscito con qualche certezza in più. Questa mattina non c'era la certezza della presenza del magnate italo-canadese, in questo modo siamo convinti che le problematiche possano essere risolte con meno difficoltà. Il rapporto tra Tacopina e i soci di 2010 non solo non era all'ordine del giorno, ma per quanto riguarda la nostra assemblea la domanda non è stata posta". 

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 21:04
Simone Cola

Scrive per 1000 Cuori Rossoblu dal 2013, è anche autore del blog "L'Uomo nel Pallone" in cui scrive di storie dei calcio